Excite

A lume di Candela: Pippo Baudo e l'irriconoscenza della Rai che uccide la storia e il servizio pubblico

  • Rai

"Il mondo dello spettacolo piange la scomparsa di Pippo Baudo. In migliaia presenti ai funerali, dai politici ai rappresentati dello spettacolo, molti colleghi lo avevano già ricordato su Twitter e nella giornata di ieri era arrivato anche un comunicato dal presidente della Repubblica e dal Premier. L'ex moglie Katia Ricciarelli ha parlato del suo dolore da Barbara D'Urso mentre la figlia Tiziana ha scelto di lasciare le prime dichiarazioni a La Vita in diretta. Rai 1 trasmetterà questa sera uno speciale in prima serata condotto da Bruno Vespa con il ricordo in studio del direttore di Rai1 e del Direttore Generale." Questo è quello che probabilmente leggerete tra molti anni tra fiumi di retorica e lacrime forzate. Quel giorno, mi auguro il più tardi possibile, se farò ancora questo lavoro oppure lavorerò dal Kebabbaro sotto casa esprimerò tutto il mio dissenso verso chi non ha ancora trovato la forza di rispettare la storia e la professionalità di Baudo in vita ma proverà a farlo solo dopo la morte.

Pippo Baudo sta benissimo, sia chiaro e forse leggere queste prime righe vi ha fatto fare un balzo dalla sedia. Lo so, la mia è una provocazione. Allora quel balzo non rendiamolo inutile e proviamo a ragionare insieme. Ho incrociato Baudo due sole volte in vita mia e ho 27 anni, troppo pochi pensate voi per poterne ricordare il grande successo, i picchi più alti della sua carriera. Possibile ma ho l'età giusta per smettere di accettare di vedere l'irriconoscenza di questo ambiente. La sua professionilità, la capacità di lanciare nuovi talenti, di scoprire nuovi formati, di sperimentare nuove fasce orarie: tutto quello che oggi non c'è più sul piccolo schermo. Dobbiamo ancora dare spazio ad anziani ultrasettantenni? La retorica giovanilistica non mi appartiene, non mi importa l'età di un conduttore ma semplicemnte la sua capacità di stare in video. Insomma diamo spazio alla meritocrazia ed è questo il punto.

Bruno Vespa, Pippo Baudo e la lite per i 60 anni della Rai

Su Rai1 ci sono programmi condotti da Ingrid Muccitelli, Lorena Bianchetti, Daniela Ferolla, Elisa Isoardi, Francesca Fialdini e molte altre ma non si trova un buco in seconda serata per Pippo Baudo e basterebbe già questo per lasciarci tutti senza parole. La tv è cambiata e bisogna avere la sincerità di dire che il conduttore siciliano non sarebbe più adatto ad un grande show di prima serata ma su tredici reti non si riesce a trovare un posto in cui Baudo possa fare un programma? Allora diciamolo che il serivizio pubblico è morto, ricordiamo che i palinsesti vengono fatti dai manager potenti, dagli amici del Vaticano, dalle raccomandate dai poltici, da conduttori presenzialisti pronti a battere cassa dopo qualche successo.

Grillo e Baudo: la "guerra" degli ex amici

Solo rispettando la storia e il passato si può provare a costruire il futuro, questo deve essere chiaro. Il Maurizio Costanzo Show è tornato su Rete 4 e in prima serata se la sta cavando discretamente ma anche se gli ascolti non fossero stati buoni non si potevano concedere quattro prime serate a chi ha regalato a Mediaset anni di successi? A Cologno non sono certo stati impeccabili con Mike Bongiorno e la Rai non si sta comportando meglio con Pippo Baudo. Posso essere sincero? Vederlo in giuria a Si Può Fare mette tristezza, costretto in ruolo non suo magari convinto perchè qualcuno gli ha promesso qualcosa in cambio.

Caro Pippo, ti hanno preso in giro e probabilmente quel programma non te lo daranno perchè i posti sono già tutti occupati e chissenfrega della storia e della professionalità. Tu i programmi li inventavi ora invece si trova il format giusto e credono di aver fatto il varietà della storia e guai a criticarli. Allora lasciala questa azienda che non ti riconosce più, cancella i numeri di quei dirigenti che ti costringono ad ore di anticamera. Caro Gubitosi, cara Tarantola, caro Leone, cara Rai almeno per una volta uno scatto di orgoglio e smettetela di uccidere la storia.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017