Excite

Affari tuoi truccato, Massimiliano Dona da Piroso: "Gioco irregolare"

  • Blogo.it

Massimiliano Dona torna a parlare di Affari tuoi dai microfoni di Blogo.it, intervistato dal direttore Antonello Piroso nel suo appuntamento quotidiano con Blogo in diretta. Il presidente dell'Unione nazionale dei Consumatori, autore del libro Affari loro, ribadisce che la magistratura ha confermato la fondatezza delle critiche dell'associazione al gioco a premi di Rai1, in onda ormai da sette anni.

Affari tuoi pilotato, Striscia la notizia non ha diffamato il programma di Rai1

Un successo, quello di Affari tuoi, basato sulla ricerca della vincita che cambia la vita, in un percorso basato anche sulle storie personali dei concorrenti che in base ad una "cabala personale", come la definisce Piroso, rincorrono un sogno. Un gioco che secondo Dona nasconde meccanismi truffaldini, come appurato dalla magistratura, studiati per lasciare in gioco i pacchi contenenti premi più alti fino alla fine del programma: ospite del programma per due anni in rappresentanza delle associazioni dei consumatori, Dona ha potuto notare che nel momento in cui si abbinavano pacchi e premi accadeva che le 4 scatole con premi più grossi fossero impilate per ultime, per cui bastava conoscere quei 4 numeri per manterenere i premi in gioco fino alla fine della trasmissione. Il tutto a vantaggio dello share.

Dona spiega che dal 2009, anno di uscita del libro, la magistratura ha affrontato il caso in seguito alla denuncia dell'UNC per irregolarità nel programma: "Il procedimento è stato archiviato per mancanza di responsabilità penali", ricorda Dona, ma già allora il giudice disse che il gioco si è svolto secondo modalità ben lontane dall'assicurare la piena trasparenza, "pure senza individuare una responsabilità personale (...) La Rai non è mai stata parte del procedimento, mi sarei aspettato di averla al mio fianco, visto che è stata informata delle irregolarità, invece quando fu archiviato il processo uscì con un comunicato di giubilo".

Dopo l'archiviazione del processo, racconta Dona, il notaio del programma Luigi Pocaterra lo ha denunciato per diffamazione: "Iniziativa giudiziaria archiviata con una sentenza del pm, che individua anche in questo caso l'irregolarità del gioco". Dona era stato denunciato insieme allo staff di Striscia la notizia, ma la Procura ha chiesto l'archiviazione del caso: "Il pm dice che non c'è rilevanza penale per la consegna tapiro perchè si tratta di satira e nemmeno nel mio libro ci sono estremi per la diffamazione, perchè racconta i fatti e le sue espressioni sono nel limite nella continenza, senza alcuno sciacallaggio".

Massimiliano Dona ribadisce che nel suo libro Affari loro "ci sono scritte delle verità", mentre "la Rai difende Affari tuoi dicendo che oggi le procedure regolari". E oggi? "Non c'è più nessun rappresentante dei consumatori che controlla cosa accade dietro le quinte, ci vorrebbe una tv più trasparente".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018