Excite

Angelo Mellone al posto di Toaff a La Vita in diretta. La foto con Vattani e Morucci a Casapound

  • Dagospia-Repubblica.it

di Giuseppe Candela

Lo scorso 8 maggio siamo stati i primi a raccontarvi in anteprima la volontà della Rai di rinunciare a Daniel Toaff e vi abbiamo raccontato alcuni retroscena. L’addio imminente di Toaff, anche grazie al clamore della stampa e forse per la voglia di evitare l’ennesimo contenzioso legale, è slittato di qualche mese con la Rai che gli ha affidato anche la gestione della versione estiva de La Vita in diretta. Qualche giorno fa il collega Davide Maggio ha annunciato sul suo sito che il prossimo 30 luglio si concluderà il rapporto di lavoro tra l’azienda di Viale Mazzini e il vicedirettore di Rai1 che lascerà l’azienda con due anni d’anticipo rispetto alla scadenza reale del suo pensionamento.

Ad un professionista come Toaff non viene nemmeno permesso di concludere l’Estate in diretta in onda fino al 6 settembre, lasciando Marco Liorni e Barbara Capponi orfani. E’ inutile girarci intorno la scelta di privarsi di Toaff ha fatto venire più di un dubbio a chi si occupa di televisione. Stiamo parlando di un professionista della Rai, ideatore de La Vita in diretta, responsabile di Domenica In e anche de Le Amiche del sabato. Un uomo che ha prodotto per l’azienda di Stato risultati che parlano da soli. Perché “smantellare” una squadra vincente?

“Abbiamo contratti con volti noti da rispettatare ma formule e contenuti cambiano. De “La Vita in diretta” resta solo il nome: autori, conduttori, capostruttura di riferimento sono cambiati” ha dichiarato ieri Gubitosi al Corriere della sera. Siamo stati i primi ad annunciarvi l’arrivo di Maria Pia Ammirati che lascia la mattina per occuparsi del pomeriggio della rete diretta da Giancarlo Leone. L’attuale vicedirettore di Rai1 viene lanciata in Rai da Agostino Saccà, è in ottimi rapporti con Paolo Romani e Lorenza Lei ma è in buoni rapporti anche con la sinistra proprio per la sua capacità di essere diciamo “trasversale” a seconda dell’ondata politica in atto. Al suo fianco in qualità di capostruttura arriva Angelo Mellone in un ruolo molto simile a quello ricoperto da Daniel Toaff. E proprio su Mellone si è soffermata la mia attenzione negli ultimi tre giorni. Si sa, ai giornalisti tocca cercare, controllare, criticare e cercare di capire qualcosa in più.

Di cosa parlo? Ho trovato una foto di Mellone con il console Mario Vattani, una foto in cui dibatte nella sede di Casapound con l’ex brigatista Morucci, degli articoli che riportano che Mellone al collo indossa la croce celtica, che da ragazzo faceva parte del Fronte della gioventù, che si è spesso recato nella sede di Casapound dove ha anche partecipato alla presentazione un libro e ha anche difeso pubblicamente il saluto romano di Paolo Di Canio. Mellone è un giornalista (soprattutto politico) e scrittore dichiaratamente di destra e in Rai, tra le altre cose, ha condotto la sezione giornalistica di Unomattina Weekend.

Andiamo con ordine. Su Dagospia il 30 dicembre 2011 compare una foto (presente in apertura del nostro articolo a sinistra) che ritrae Angelo Mellone e Mario Vattani. Chi è Mario Vattani lo spiega perfettamente su Repubblica il giornalista Marco Pasqua: “Maggio 2011, raduno dall'associazione di estrema destra Casapound. Sul palco della "Tana delle Tigri" sale il leader del gruppo fascio-rock "Sottofasciasemplice", che si esibisce per la prima volta in pubblico: è Mario Vattani, console d'Italia a Osaka. Inneggia alla Repubblica Sociale italiana, celebra squadristi e bandiere nere e ricorda, con orgoglio, le botte date ad un antifascista, all'università”. L’ex braccio destro di Alemanno viene ovviamente deferito dalla Farnesina. Perché Mellone si lascia immortalare con questo “strano” console?

Il 5 febbraio del 2009 su L’Unità Mariagrazia Gerina scrive: “(…)Iannone (leader di Casapound, ndr) e Mellone. Gemelli diversi: l'uno ostenta il tatuaggio «Me ne frego», l'altro nasconde la croce celtica sotto la camicia al pari di Alemanno”. Mellone porta al collo la croce celtica, lo conferma anche Mario Adinolfi sul suo blog in un intervento dal titolo “La palingenesi non è un processo di negazione”.

L’ex brigatista rosso Valerio Morucci, uno dei componenti del gruppo di fuoco responsabile della strage di via Fani, avrebbe dovuto essere il protagonista di una “lezione” il 12 gennaio del 2009 alla Sapienza di Roma. Dopo le accese polemiche l’evento saltò. Ma ci fu dopo circa un mese un incontro, che definire strano è poco, nella sede di Casapound. A discutere con l’ex telefonista delle Br c’era un parterre molto assortito tra cui figura appunto lo stello Mellone come si può vedere nella foto di apertura sulla parte destra con Giampiero Mughini e l’ex Br. Non sarà l’unica volta che Mellone presenzierà a Casapound. Come dimostra la locandina (disponibile al link sottostante)il 13 dicembre 2012 Mellone era presente di nuovo nella sede di via Napoleone III numero 8 in occasione della presentazione “Dentro e fuori Casapound” libro di Di Nunzio e Toscano.

Angelo Mellone al posto di Toaff a La Vita in diretta: le foto che imbarazzano il capostruttura

L’ex attaccante della Lazio Paolo Di Canio si è esibito più volte nel saluto romano. Angelo Mellone in un’intervista al sito Tempi.it il 6 giugno 2006 commenta così “l’abitudine” di Di Canio: “Quello di Di Canio non è stato un atto di nostalgismo ma una manifestazione di appartenenza rispetto al “popolo” della curva laziale. In questo senso, un gesto contemporaneo pop-fascista. Chi si è scandalizzato non ne ha capito il significato.”

Mettiamo in chiaro alcune cose. È evidente e scontato che Mellone non ha commesso nei quattro casi un reato ma sicuramente tutto questo è utile per definire un quadro di colui che organizzerà e curerà il pomeriggio di Rai1. Il lavoro di Excite.it mette in risalto aspetti forse non inediti ma poco considerati e ci chiediamo, a fronte di quanto scritto, perché Maria Pia Ammirati ha scelto Mellone? Cosa hanno da dire in merito il direttore generale Gubitosi, la presidente Tarantola e il direttore di Rai1 Giancarlo Leone? Noi siamo in attesa di una risposta.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2022