Excite

Augusto Minzolini indagato per le spesi folli in Rai

Non è un bel periodo per Augusto Minzolini. Il direttore del Tg1, solo pochi giorni fa, ha ricevuto un richiamo dall'Agcom, perché il suo telegiornale non ha rispettato la par condicio e questo gli costerà circa 100mila euro.

Altri guai giudiziari sono in vista, poiché Minzolini è stato iscritto nel registro degli indagati a Roma per le famose spese sostenute con lacarta di credito aziendale Rai. In particolare la Guardia di Finanza l'ha indagato su alcuni conti che non sono stati autorizzati e che ammonterebbero a circa 68 mila euro in 15 mesi.

L'indagine è partita dopo la denuncia presentata da un'associazione di consumatori a cui più volte l'Usigrai, il sindacato dei giornalisti, ha chiesto di fare chiarezza. Secondo le prime indiscrezioni questa fase è 'una atto dovuto' dopo i vari accertamenti che sono stati svolti, dei documenti che sono stati acquisiti dagli investigatori, insieme agli atti raccolti da un'indagine interna a viale Mazzini.

Per il momento il reato ipotizzato è quello di peculato, che spesso viene punito con la reclusione da tre a dieci anni. Il direttore sarà comunque convocato al più presto a Piazzale Clodio per difendersi e offrire la sua versione dei fatti. Solo un mese fa, la Corte dei Conti aveva aperto un'istruttoria sui rimborsi spese di Minzolini e in quel caso Mauro Masi era intervenuto.

L'ex direttore generale, in una lettera aveva dichiarato che quei soldi erano stati spesi per l'azienda e tutto il resto era da considerare 'una sorta di benefit compensativo', delle spese di rappresentanza per portare alta l'immagine della Rai.

 (foto © LaPresse)

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016