Excite

Baciamo le mani - Palermo New York 1958, sesta puntata: Vito salva Felicita dai Draghi ma muore. I Vitaliano sono in pericolo

  • Mediaset

Nella sesta puntata di Baciamo le mani - Palermo New York 1958, andata in onda questa sera, 27 Settembre 2013, la famiglia Draghi mette in atto il piano del rapimento di Felicita Vitaliano per far sì che, dopo esser stata disonorata da Raffaele, i due possano sposarsi ed entrare in affari con i Vitaliano. Vito cerca in tutti i modi di avvertire Felicita del rapimento ma non ci riesce, allora manda Mariarosa ad avvertirla che in casa Vitaliano trova solo Gabriella alla quale racconta il piano della sua famiglia ma arriva troppo tardi. La giovane donna infatti si trova in chiesa con i fratelli e la madre per una messa in suffragio di don Caruso e gli uomini di don Gillo, compresi Vito e Raffaele, sono già lì ad attenderla.

Baciamo le mani - Le foto della sesta puntata

Vito, ancora fortemente innamorato di Felicita, manda all'aria il piano dei Draghi: nel momento in cui Raffaele la sta per "disonorare", punta una pistola alla tempia al figlio del boss il quale però reagisce, da lì ne scaturisce una colluttazione tra i due e Felicita, spaventata, prende la pistola e spara al giovane Draghi lasciandolo gravemente ferito. Poi scappa assieme a Vito e insieme vanno a nascondersi nel bordello della zia di lui, in attesa di fuggire da New York il prima possibile. Una volta al sicuro Vito chiama Mariarosa per metterla al corrente di quanto accaduto e dirle dove si trova il fratello per cercare di salvarlo, mentre Felicita avverte la madre e Gabriella per rassicurarle sulle sue condizioni di salute.

Baciamo le mani - Palermo New York 1958, riassunto quinta puntata

Agnese chiede così a Gabriella di restare e annullare la sua partenza per l'Italia. La donna si reca da Don Gillo per pregarlo di lasciare stare in pace la figlia, l'uomo però è su tutte le furie perché il figlio è morto e il boss ha tutte le intenzioni di vendicarsi. Agnese quindi avverte il pericolo per tutta la sua famiglia e, tornata a casa, prende delle armi che aveva sottochiave nella cantina per consegnarle ai figli.

Baciamo le mani, riassunto quarta puntata

Nel frattempo Vito contatta Mariarosa per chiederle dei soldi per poter scappare con la sua amata ma sfortunatamente Giuliano ascolta la telefonata e organizza una trappola per i due fuggiaschi. All'appuntamento con la ragazza, infatti, si presentano gli uomini del boss: Felicita riesce a scappare grazie a Vito ma quest'ultimo viene preso e poi picchiato e portato davanti a don Gillo che con un colpo di pistola in fronte lo uccide e lo fa gettare in mare. Ma l'ira del boss non si placa minimamente: ordina infatti ai suoi scagnozzi di uccidere i due figli maschi dei Vitaliano in modo tale che, una volta rimaste sole, le donne della famiglia saranno in loro potere. Ruggero è la prima vittima: una mattina mentre arriva in macelleria subisce un agguato ma fortunatamente riesce a salvarsi.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020