Excite

Barbara D'Urso giornalista "abusiva": il giudice ha deciso

  • Mediaset

di Simone Rausi

Troppo trash per essere definita una giornalista. Troppo pruriginosi gli argomenti trattati per poter essere equiparati a quelli dei colleghi. Argomenti tra l’altro esposti senza alcun titolo. La pensa così Enzo Iacopino, presidente nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, che qualche tempo fa – lo ricorderete – ha speso durissime parole per Barbara D’Urso. Iacopino, indignato oltremodo, non si è limitato a uno sfogo sui social ma ha spostato la querelle nelle aule del tribunale trascinando Barbarella tra indagini e inchieste per esercizio abusivo della professione giornalistica. Il polverone si è lentamente dissipato e della questione nessuno ne ha più parlato (D’Urso in primis). Almeno fino a oggi, quando è arrivata la decisione del tribunale.

Barbara D’Urso denunciata da Iacopino

La conduttrice più “luminosa” d’Italia esce dalla disputa indenne in quanto, sia lei che i suoi programmi, vengono liberati da ogni tipo di accusa. A deciderlo è il gip del Tribunale di Monza che ha rigettato e archiviato per infondatezza le accuse mosse da Iacopino. Secondo il Giudice, “Domenica Live”, il programma incriminato, sarebbe perfettamente inquadrabile all’interno dell’ “infotainment”. E poco importa che le zuffe per l’eredità di Alberto Sordi abbiano un peso differente rispetto alle inchieste della Gabanelli. C’è spazio per tutti…

Il presidente dell’Ordine dei Giornalisti desiderava l’inibizione dell'attività professionale di Barbara d' Urso nel programma Domenica Live in quanto non iscritta all'Ordine dei Giornalisti. Il giudice ha però accolto la richiesta di archiviazione del pubblico ministero “in ragione della tutela dei diritti fondamentali, quali quello di libertà di manifestazione del pensiero”. Insomma, per esprimere le proprie opinioni, essere titolati non serve. Specie se accanto a te – ed è il caso di Domenica Live – c’è una redazione di giornalisti professionisti.

Manco a dirlo, ad annunciare trionfante la notizia è stata Mediaset con un comunicato stampa. L’azienda televisiva definisce la D’Urso una “capace conduttrice” e bolla l’intera sentenza come “Un punto fermo nel diritto della libera manifestazione del pensiero”. Silenzio da parte della D’Urso che non si è mai pronunciata pubblicamente sulla vicenda.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017