Excite

Becchetti difende Agon Channel: "Caprarica voleva anche lo scaldapane, Ferilli professionista. Ho dato fastidio a qualcuno"

  • Excite Italia

di Simone Rausi

Nel suo primo mese di trasmissioni, ad Agon Channel è successo di tutto: Antonio Caprarica se n’è andato descrivendo situazioni lavorative fatiscenti, ha mollato anche il direttore di rete denunciando la “pochezza” del palinsesto e persino uno dei concorrenti di “My Bodyguard”, il talent con la Corvaglia, ha sbattuto la porta raccontando agghiaccianti aneddoti su presunte minacce di morte. Adesso, a fare chiarezza sui punti, ci pensa l’editore Francesco Becchetti che su “Il Fatto quotidiano” vuota il sacco…

My Bodyguard di Agon Channel, concorrente denuncia rete: “minacce di morte, programma bufala e trattamento assurdo”

Becchetti si dice disgustato da tutto “il fango ospitato” sui quotidiani. Il riferimento è in primis a “Il Giornale”. L'editore di Agon dichiara: “Mi sono stupito. Possibile che un signore che si è lamentato per vent'anni dell'ostracismo subito a causa del suo attivismo nella sfera televisiva permetta un accanimento simile nei confronti di una persona che lavora in quello stesso campo?”. Poi passa in rassegna i punti e comincia con l’affaire Caprarica: “Il dottor Caprarica, arrivando in Albania, aveva stilato una lista degli oggetti indispensabili allo svolgimento della sua professione. L'iPad di ultima generazione, lo scaldapane 2.0 e naturalmente le ciabattine scendiletto per lui e per sua moglie[…] Non sapevo che lo chiamassero Capraricca […] Mi sbagliavo. Non conoscevo altri aspetti di questo signore e non ho centrato la scelta”. La questione del concorrente di “My Bodyguard” invece, viene semplicemente liquidata bollando tutto come “Piccinerie, gossip, robaccia”.

Antonio Caprarica si licenzia da Agon Channel: “Si lavora nei container, neanche una stampante”

Becchetti elogia parte del suo team. Definisce Giancarlo Padovan (subentrato a Caprarica) degno di fiducia (“Potrà diventare direttore delle news solo chi non pretende tre telefonini, le scarpette e venticinque stampanti. La televisione non è una copisteria”) e si complimenta con la Ferilli che “sta facendo interviste da straordinaria professionista (D’altronde “Contratto” è praticamente l’unica produzione degna di nota del canale). Nessuna parola per Simona Ventura, immolata perfino nell’oroscopo calcistico di Capodanno. Secondo Becchetti le star italiane starebbero facendo la fila per entrare ad Agon. Il sogno? Resta Fiorello (“Non è detto che un giorno non arrivi anche lui).

Secondo l’editore la sua Agon Channel è una tv perfettibile ma già di qualità. “Ci sono ovviamente narrazioni da migliorare, meccanismi da affinare e palinsesti da riempire. Se consideriamo che abbiamo iniziato a ragionare di tv a luglio del 2013 e che siamo in onda da poco più di un mese, dico che abbiamo fatto miracoli”. L’intervista sul Fatto prova, una volta per tutte, a mettere a tacere le malelingue sulla rete: “Chi ha scritto menzogne e propagato grossolani falsi storici sarà chiamato a risponderne in tribunale. Per il resto derubrico l'indagine mediatica su di me a sciocchezza inoffensiva. Ho osato immaginare una televisione diversa e dato molto fastidio a qualcuno”.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017