Excite

Belen Rodriguez: "Io vittima di xenofobia"

Al magazine OK Salute la showgirl Belen Rodriguez ha parlato della sua vita prima della popolarità, prima di diventare una delle donne più desiderate dagli italiani.

Belen, infatti, è arrivata in Italia dall'Argentina con un semplice permesso turistico e ha dovuto combattere per regolarizzare la sua posizione fino a quando è stata assunta da un'agenzia. "Avevo 200 euro in tasca e nel cuore tanta voglia di trovare la mia strada nella moda o nello spettacolo ha raccontato la showgirl - avevo solo 19 anni e un permesso turistico, quello che ti permette di restare nell'Unione Europea solo per tre mesi. Le opportunità migliori mi sfuggivano perché non avevo quel benedetto permesso di soggiorno. Mi ritrovavo periodicamente a fare la fila fin dall'alba davanti all'Ufficio stranieri della Questura di Milano per cercare di regolarizzare la mia posizione. Ore e ore sentendo parlare arabo, indiano, tutte le lingue del mondo. Presentavo la domanda e ricominciavo a vivere nel mio tunnel d'ansia".

Può sembrare difficile da immaginare adesso, ma anche Belen ha provato sulla sua pelle cosa vuol dire essere discriminati. La showgirl ha infatti affermato: "Ero discriminata, giorno dopo giorno. Non potevo avere un documento, un conto in banca, una carta di credito, una tessera sanitaria. Era come se fossi un fantasma. Ho sentito sulla mia pelle la xenofobia di alcuni italiani, la repulsione per lo straniero. Penso che le leggi rigorose debbano esserci, per la sicurezza di tutti. Ma le persone che vogliono venire in Italia per lavorare onestamente vanno aiutate, non rinchiuse in carcere".

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016