Excite

Benigni da Fiorello: show su Berlusconi e Monti

  • La Presse

Ammicca con il pubblico su Berlusconi, bacchetta bonariamente Monti, prende in giro la Merkel, cita Pertini e conclude con un esilerante brando dedicato alla “cacca".

Ospite di Fiorello nella quarta ed ultima puntata de “Il più grande spettacolo dopo il weekend”, Benigni non è il solito travolgente animale da palcoscenico, ma tanto basta per suscitare l'ilarità del pubblico che lo applaude ed invoca per tutto il tempo, segno di un amore incondizionato verso il comico toscano.

Video dello show di Benigni da Fiorello

Ammicca con il pubblico, continuando a ripetere “Non c' è più, non c'è più!”, riferendosi a Berlusconi dimissionario, quel Berlusconi cavallo di battaglia di tanti suoi storici show sulla rete ammiraglia della Rai.

Non nasconde la sua soddisfazione per le avvenute dimissioni e bonariamente mette in mezzo il direttore di Raiuno Mazza, reo, a suo dire, di incitarlo a dedicare il suo show sull 'ex premier: “Parlo di Berlusconi o no, Mazza vuole che ne parli, mi ha detto “daje”. Ed ancora: “Le più belle dimissioni degli ultimi centocinquanta anni.”

Benigni fa il suo ingresso trionfale sul palco poco prima delle 23, intonando “La porti un bacione a Firenze”, chiaro omaggio alla sua città natale.

Elegantissimo e claudicante per via di un incidente al piede sinistro, Benigni elogia lo show di Fiorello giudicandolo come “il più grande show man d’Italia”, ma subito dopo lo prende bonariamente in giro, affermando che “Da quando è cominciato questo programma, non mi sono mai perso il Grande Fratello. Mi è piaciuta l’idea di quando parli con i capi di Stato stranieri. L’ho già sentita, un comico che parla con i capi di Stato…”. E' la prima di tante stoccate su Berlusconi.

Il premio Oscar giudica Monti un premier coraggioso, ma bacchetta la sua manovra piena di tagli: “I tagli? Alla Roma l’altro giorno giocavano tre in meno. Questa crisi è terrificante. Ci sono i momenti belli e i momenti brutti. Anche in televisione. Ora c’è Fiorello, dopo c’è Vespa. Che ieri ha parlato di te, e stasera c’è Monti. Monti, è il suo destino, viene sempre dopo un comico”.

Ma non resiste alla tentazione, e torna a prendere di mira l'ex premier: “l’Italia aveva due grandissimi problemi: ora è rimasto solo il debito pubblico. Si può dire quello che si vuole, ma quanto ci siamo divertiti noi con Berlusconi!”, ed ancora: “Adesso non ne parla più nessuno, di lui, ma io ti sarò sempre fedele, come l’Arma dei Carabinieri, ti saremo sempre al fianco, uno a destra, uno a sinistra”.

Benigni si muove a fatica, suda copiosamente ed imbraccia un microfono che gli blocca la gestualità delle mani (non si poteva dotarlo di un microfono incorporato, come per Fiorello?), e incalza il pubblico con una fiaba moderna riadattata, con chiari riferimenti agli ultimi eventi privati di Berlusconi: “C'era una volta un Cavaliere con tanti cavalli e stalle e stallieri e tanti castelli e tante principesse, tutte sul pisello....

Fiorello sale sul palco e lo invita a cantare un brano sconosciuto al grande pubblico, scritto da Benigni oltre 30 anni fa. Si tratta de “l’Inno del corpo sciolto”, esilerante parodia sulla “cacca”, che diverte il comico toscano, che canta, imbracciando una chitarra “rigorosamente” classica.

Dopo il brano, Benigni cita la statura morale di Sandro Pertini, ricordando che “I giovani non hanno bisogno di sermoni, ma di esempi”. Saluta il pubblico, ricordando la figura del grande fumettista Andrea Pazienza, scomparso nell'88, e chiude con una frase ad effetto: “non bisogna mai tornare indietro, nemmeno per prendere la rincorsa". Applausi a scena aperta e pubblico in piedi!

Prima di Benigni, sul palco de "Il più grande spettacolo dopo il weekend", si erano esibiti il ballerino Roberto Bolle ed Jovanotti, che hanno duettato con lo showman, che ha poi ripreso il suo monologo sugli adolescenti d'oggi, definiti ”pischelli”

Fiorello si era cimentato un una canzoncina riadattata e dedicata a Monti: “Alla fiera del premier per due soldi un pochettino le tasse aumentò!", sulle note del celebre brano di Branduardi.

Chiusura con al parodia di X-factor, e tanti appalusi ed record di ascolto da capogiro: ben 13.401.000 spettatori e il 50,23% di share. Fiorello batte tutti anche questa volta!

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016