Excite

Casamonica a Porta a Porta, Bruno Vespa risponde alle accuse: "Lasciateci fare il nostro mestiere" (VIDEO)

Non si placano le polemiche dopo l'ospitata di Vera e Vittorino Casamonica a Porta a Porta. Nel corso delle ore successive alla messa in onda sono piovute critiche da ogni dove dal sindaco Marino a Gabrielli, da Orfini fino a Beppe Grillo che ha parlato di una Rai "paramafiosa". Gli ascolti hanno premiato il programma superando anche la puntata del giorno precedente con ospite il premier Matteo Renzi.

Vera Casamonica a Porta a Porta: "Papà non era un boss, era buono"(VIDEO)

Clima tesissimo a Viale Mazzini dove continuano a squillare i telefoni e il nuovo direttore generale Campo Dall'Orto, secondo le indiscrezioni, non avrebbe per nulla gradito la scelta di Vespa. Ieri il conduttore è tornato sull'argomento con una puntata che a molti è sembrata riparatoria. In studio ospite l'assessore alla Legalità del Comune di Roma Alfonso Sabella che aveva criticato l'assenza delle vittime durante il dibattito con la figlia e il nipote di Vittorio Casamonica.

Il giornalista si è difeso: "Quando Biagi ha intervistato Sindona c'erano forse le vittime? Lasciateci fare il nostro mestiere." Nel corso della puntata ha sottolineato di aver invitato "due persone incensurate, molto vicine a Vittorio Casamonica che non era né un mafioso né uno spacciatore. La famiglia Casamonica è molto complessa e con un alto tasso di criminalità ma ripeto, i due ospiti sono incensurati". Fonte CorriereTv.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017