Excite

Caso Olgiata, Bruno Vespa condannato per diffamazione

Il giornalista Bruno Vespa, con la collega di "Porta a Porta" Valentina Finetti, è stato condannato dalla terza corte di appello di Roma per diffamazione nei confronti di Pietro Mattei, vedovo di Alberica Filo della Torre, uccisa nella sua villa dell'Olgiata il 10 luglio 1991, e dei figli Manfredi e Domitilla. Sebbene assolto in primo grado, Vespa ora dovrà pagare mille euro di multa.

Sotto accusa il servizio andato in onda il 13 febbraio 2002 nel quale la cronista Finetti avrebbe accostato l'omicidio Filo della Torre "a misteriosi conti miliardari, ad una relazione extraconiugale della vittima con un funzionario dei servizi segreti, ad un desiderio della vittima di divorziare, ai fondi neri del Sisde". L'accusa, inoltre, ha sottolineato il fatto che nello stesso servizio sia stato sostenuto che "Pietro Mattei era stato sospettato dell'omicidio, ma scagionato grazie all'analisi del dna, e che era stato accusato da una donna, Emilia Parisi, omettendo di riferire che la Parisi era stata condannata per diffamazione in danno di Mattei".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017