Excite

Castro, Fidel Castro

Seicentotrentotto tentativi in 50 anni. Quasi uno al mese.
Questa la media dei piani escogitati e poi falliti per assassinare il Lider Maximo cubano Fidel Castro.
Neanche James Bond può vantare un curriculum del genere.

Pillole velenose, sigari tossici, molluschi esplosivi, polveri depilatorie e chi piu' ne ha, piu' ne metta.
Per piu' di mezzo secolo gli 007 della Cia e i dissidenti cubani hanno provato invano ogni tipo di esperimento per liberarsi definitivamente dello scomodo dittatore.
Per ricordarli tutti sarà presto presentato un documentario in onda su Channel 4, intitolato "638 ways to kill Castro" (638 modi per uccidere Castro), tratto dal libro omonimo di Escalante, un uomo che a capo dei servizi segreti cubani è riuscito a sventare non pochi attentati.

Vi segnaliamo i tentativi piu' divertenti.

Nel 2001 a Castro fu offerto un sigaro Partagas con esplosivo al suo interno. Un piano perfetto all'apparenza. Peccato che le spie non avevano considerato un piccolo particolare: il Comandante fuma solo puros Cohiba. Il rifiuto fu inevitabile.

La passione di Castro per il mare e le immersioni portò l'intelligence americana a pianificare due diversi piani. Il primo era semplice: trovare una conchiglia abbastanza grande da nasconderci una mini bomba e dipingerla con colori vivaci per attrarre la sua curiosità. Il mollusco non fu mai trovato nonostante un giorno intero di frenetiche ricerche.

Il secondo, invece, prevedeva l'inserimento di un fungo all'interno della muta da sub del Comandante che lo avrebbe dovuto infettare con una pericolosa malattia alla pelle ma proprio pochi minuti prima dell'immersione Castro dovette rifiutare per un'emergenza.

Non vi basta? Allora parliamo dell'ex amante di Fidel, una vera "Bond girl" ingaggiata dalla Cia per ucciderlo.
La strategia era semplice: sciogliere due pillole di veleno nell'acqua destinata al Lider Maximo. Peccato che i confetti mortali si sciolsero nel tubetto di una crema utilizzata per il trasporto.
Castro, capito il tentativo, le offrì la pistola per portare a termine il suo piano. Non ebbe il coraggio di sparargli.

Il piu' esilarante però è questo.
"Se non possiamo ucciderlo, almeno umiliamolo profondamente", devono aver pensato le spie Usa quando decisero di lanciare verso Castro una polvere depilatoria per fargli cadere la barba.
Peccato che la barba rimase al suo posto. Prodotto scaduto?

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016