Excite

Channel4 e il reality bluff: e' polemica

Altro che lotta per la sopravvivenza con appena una bottiglia d'acqua, colazioni a base di serpente, una tazza e una pietra focaia per accendere il fuoco.
Edward Michael, alias "Bear Grylls", il protagonista del reality inglese "Born survivor" andato in onda su Channel4 tra il febbraio e il marzo scorso e che teneva incollati allo schermo 1,4 milioni di spettatori, a telecamere spente si trattava molto bene: notti in albergo, con tv, connessione a Internet e pancakes caldi per colazione.

A smascherare la truffa è stato il Sunday Times, grazie a Mark Weinert, un esperto di sopravvivenza in condizioni estreme e consulente del programma, che ha spifferato l'imbarazzante verità. "Una delle isole deserte utilizzate per la location faceva parte in realtà di un arcipelago delle Hawaii", ha ammesso Weinert. "Edward Michael non ha dormito mai all’aperto, ma si è servito di alcuni hotel della zona".

La credibilità di Channel4 ora è in caduta libera, il pubblico deluso. "Tutte le affermazioni riguardanti possibili inganni perpetrati ai danni del pubblico vengono prese da noi in seria considerazione", prova a chiarire un portavoce dell’emittente britannica "ma Born Survivor non è un documentario basato sull’osservazione bensì un how to, una guida che fornisce le nozioni di base per le tecniche di sopravvivenza in situazioni d'emergenza. Il programma non reclama esplicitamente che il presentatore Edward Michael debba sopravvivere in solitario e senza aiuto".

Vi proponiamo uno spezzone del reality sotto accusa

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017