Excite

'Chi', eliminata la rubrica Hunziker-Bongiorno. E' polemica con Signorini

La rubrica 'Doppia difesa' della showgirl Michelle Hunziker e della presidente della commissione Giustizia della Camera Giulia Bongiorno, pubblicata sulla rivista Chi diretta da Alfonso Signorini, è stata eleminata. Secondo la Hunziker e la Bongiorno, la ragione è una sola: non era ottimistica. Attraverso una nota, le due donne hanno fatto sapere di non essere state neppure avvertite.

La Hunziker e la Bongiorno hanno spiegato che alla richiesta di motivazioni, il vicedirettore Massimo Borgnis ha risposto che 'dai sondaggi è... emerso che la rubrica di Doppia Difesa era quella meno in linea con lo spirito ottimistico e speranzoso del giornale'. Nella nota diffusa dalle due donne, che hanno dato vita alla fondazione 'Doppia difesa', hanno affermato: 'Non era necessario attendere tre anni, tanto meno fare un sondaggio, per scoprire che una rubrica che affronta il tema delle violenze, delle discriminazioni e degli abusi non è allegra'.

Dalle pagine del Giornale, Signorini ha dato la sua versione. 'Doppia difesa è andata avanti per tre anni e non se l'è mai filata nessuno - ha detto il direttore del settimanale - Adesso che ho deciso di toglierla scopro che era un cardine del pensiero nazionale. Dovrei essere dentro una bolla di orgoglio, ma non ce la faccio. E' tutto ridicolo. Però non sono scemo e avevo avvertito i miei: vedrete, c'è di mezzo la Bongiorno che è la presidente della commissione Giustizia della Camera ed è una autorevole voce della politica italiana. Quindi, preparatevi a dietrologie di ogni tipo. Non mi sbagliavo'.

Molti sospettano che dietro l'eliminazione della rubrica ci sia una sola e precisa parola, epurazione. La Bongiorno è legata a Fini, mentre la rivista è della Mondadori di Berlusconi. 'Qui la politica non c'entra niente... - ha affermato Signorini - L'idea che qualcuno abbia voluto imbavagliare la Bongiorno è patetica'. Il direttore della rivista ha poi aggiunto: 'Chi è un giornale d'intrattenimento, d'evasione. Invece tutte le settimane Doppia difesa parlava di stupri, violenze, storie cupe e livide ambientate negli inferni della società: un lavoro nobile, importante, apprezzato, ma alla lunga un corpo estraneo a Chi'.

Signorini ha poi detto di aver avvisato la Hunziker e la Bongiorno. 'I miei più stretti collaboratori - ha affermato il direttore del settimanale - avevano preavvertito le due signore e avevano loro spiegato che tutte le testate della Mondadori sono a disposizione dell'associazione 'Doppia difesa'. La Bongiorno e la Hunziker troveranno sempre spazio sui periodici Mondadori... Dovrebbero dire la verità perché i silenzi e le reticenze alimentano un clima di sfiducia, scivoloso, ambiguo. E qua invece non c'è nessuna ambiguità. Giulia e Michelle conoscono benissimo la verità perché sono state informate per tempo. Nessuno si è mai sognato di censurare il Bongiorno-pensiero. E tutte e due sanno anche che le loro parole troveranno sempre spazio nei miei giornali e in quelli della Mondadori'.

 (foto © LaPresse)

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016