Excite

Cina, il governo oscura il sito della Cnn

Continua la censura del governo cinese sui mezzi di informazione. Questa volta sotto l'occhio censore di Pechino è finito il sito web della rete televisiva americana Cnn oggi inaccessibile dalla Cina.

A suscitare la dura reazione del governo cinese un'affermazione del commentatore Jack Cafferty che, nel corso di un suo intervento, ha affermato: "I cinesi sono gli stessi teppisti e disgraziati che erano 50 anni fa perché ci avvelenano con i giocattoli al piombo e con il cibo per animali avariato". Vane sono state le precisazioni di Cafferty che, in quello che ha definito "chiarimento", ha detto di essersi riferito al governo e non al popolo cinese.

Il ministero degli Esteri ha convocato il direttore dell'ufficio di Pechino della Cnn, Jaime FlorCruz, a cui è stata espressa indignazione da parte del governo per le parole utilizzate dal commentatore. A nulla è valso il comunicato con cui ieri la Cnn ha affermato di "non aver voluto offendere la Cina". Dalla Cina oggi è impossibile accedere al sito della Cnn.

Solo pochi giorni fa, dopo una decina di anni, Pechino ha nuovamente reso accessibile il sito web della rete televisiva britannica Bbc che il governo cinese aveva deciso di oscurare sostenendo che il servizio mostrava in luce negativa il figlio dell' ex-leader Jiang Zemin.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017