Excite

Da Happy Days a Capitano Uncino

Ecco dov'era finito Henry Winkler, meglio noto come Fonzie, l'uomo più figo degli anni '70 che però, confessa, figo non si è mai sentito. A 62 anni, dopo aver fatto innamorare di sé milioni di telespettatrici ed essere stato punto di riferimenti di milioni di ragazzi col suo giubotto di pelle e la sua moto in Happy Days, l'attore, produttore e regista ha deciso di darsi alla pantomima.

(Guarda la gallery di Happy Days)

Sta recitando, infatti, nel musical Peter Pan a Woking, cittadina nel sud dell’Inghilterra, nelle vesti di Capitan Uncino.
Ecco cosa dice a proposito della sua nuova esperienza: "La pantomima non esiste negli Stati Uniti; la cosa che più vi si avvicina è educare i figli: si strilla, si gesticola. Nella pantomima, l’interazione con il pubblico è fenomenale. Ogni attore dovrebbe fare questa esperienza".

La pantomima negli ultimi anni è uscita dal dimenticatoio per diventare uno spettacolo di tutto rispetto, richiamando dagli Stati Uniti numerosi attori. Non è un caso infatti che nella vicina città di Bromley quest’anno va in scena un Peter Pan rivale e il suo Capitan Uncino altri non è che Paul Michael Glaser, lo Starsky di Starsky e Hutch.

(Guarda la gallery di Starsky e Hutch)

E Winkler, soddisfatto del suo lavoro, non nasconde una certa fatica: "Quando si fa pantomima -scherza l'attore- le due uniche cose che si vedono sono il teatro e il cuscino. Di solito in teatro si fanno otto rappresentazioni alla settimana, ma nella pantomima sono dodici. Quando si arriva alla decima rappresentazione, il tuo cervello è ridotto a una pappa".

Winkler tuttavia afferma con convinzione che non avrebbe mai potuto accettare le molte offerte televisive ricevute: "Non è nel mio stile. Va bene per altri, ma non per me. Alcuni di questi show sono divertenti, ma io sono consapevole dei miei limiti. Sono talmente prefabbricati, come un edificio messo su pezzo a pezzo, portano i muri e li incastrano uno nell’altro".

Le ultime battute di Winkler sono per tirare un bilancio della sua vita e sul successo avuto: "Il successo è un miraggio. La celebrità è un miraggio. È bello goderne, ma non arrivi mai a credere che sia quella la tua realtà". Dopo Happy Days» non è più riuscito a scrollarsi di dosso il personaggio di Fonzie, ma Winkler non ci fa caso. E non gli dispiace vedere i fans che sollevano il pollice dovunque vada: "È un dono che ho ricevuto dalla vita. Qualunque siano stati i risvolti negativi, qualunque parte mi sia stata negata perché ormai venivo identificato con Fonzie, in cambio ho ricevuto tantissimo calore e affetto"

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017