Excite

Daniel Toaff, battaglia Mediaset-La7 per averlo: lui chiede più potere decisionale

  • Tvblog

di Giuseppe Candela

L’ex vicedirettore di Rai1 Daniel Toaff, prepensionato con due anni di anticipo dall’azienda di Viale Mazzini, è ormai al centro del telemercato. Il collega Davide Maggio lo ha dato in dirittura d’arrivo a La7 per occuparsi del nuovo programma pomeridiano di Rita Dalla Chiesa. Oggi Antonella Luppoli, giornalista di Libero, sul suo sito Formiche.net rilancia il contatto con La7 ma aggiunge un particolare importante, l’ingresso di un nuovo pretendente. Si tratta di Mediaset dove Toaff si occuperebbe della domenica pomeriggio di Canale 5.

Il padre de La Vita in diretta è uno dei maggiori esperti di televisione e ha nel corso degli anni creato una vera e propria macchina da guerra capace di battere tutti i concorrenti. “Fonti accreditate parlano di accordo quasi fatto con La7, ma di ufficiale non c’è ancora nulla. Mancherebbe la firma dell’autore, al momento in “silenzio stampa” per il capodanno ebraico. In realtà, oltre all’interessamento da parte della televisione di Cairo, pare ci sia stato anche quello di Canale 5. Negli ultimi giorni infatti anche Mediaset sarebbe partita all’attacco, con un corteggiamento serratissimo. La controproposta che arriverebbe dai vertici del Biscione dovrebbe prevedere una collocazione straordinaria: quella della domenica” scrive la collega.

A quanto risulta a noi di Excite.it l’accordo con La7 sarebbe vicino ma Toaff avrebbe posto delle condizioni, una su tutte la garanzia di un potere decisionale importante come quello che la Rai negli scorsi anni gli ha concesso. Non accetterebbe il ruolo di “semplice” capoprogetto ma per giocarsi tutto e ottenere i risultati richiesti avrebbe chiesto di lavorare nella massima autonomia.

Qualora dovesse arrivare l’accordo con la rete di Urbano Cairo si tratterebbe di una partenza immediata (già da ottobre), discorso diverso con Mediaset dove si occuperebbe della domenica probabilmente da gennaio ma non è escluso che possa entrare prima con il programma già in corso. Aperture significative potrebbero arrivare anche per il pomeriggio feriale. Proprio l’esperienza ventennale in una rete ammiraglia renderebbe meno rischioso un passaggio in una rete popolare come quella diretta da Giancarlo Scheri, molto più difficile creare un nuovo pomeriggio su La7 che possa rivelarsi veramente un successo. C’ è anche qualcuno in Rai che già si dice pentito per averlo lasciato andare via e teme la possibilità di ritrovarselo contro soprattutto su Canale 5, vero competitor di Rai1. Le trattative sono in corso e la corte è serrata, chi la spunterà?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020