Excite

Fabio Fazio, Che tempo che fa del lunedì: dalle promesse di Renzi alle parole di Benni

  • Infophoto

Che tempo che fa del lunedì: la seconda puntata, in onda l'8 ottobre dalle 21.05 alle 22.35 su Raitre, è stata decisamente ricca. Oltre agli ospiti fissi Paolo Rossi e Massimo Gramellini, il conduttore Fabio Fazio ha invitato altri personaggi sanno sempre come catturare l'attenzione: il "rottamatore" Matteo Renzi, l'attore Pierfrancesco Favino, lo scrittore, giornalista e poeta Stefano Benni, Adele e Siria Pardini, Luca Carboni. Un gruppo decisamente ben assortito, cui si è aggiunto anche Neri Marcorè, new entry del cast. Obiettivo di Fazio, degli autori e della Rai? Fronteggiare la spietata concorrenza del Rock Economy di Adriano Celentano.

Luca Carboni, discretamente in forma, ha reso omaggio a Pierangelo Bertoli a dieci anni di distanza dalla sua morte eseguendo uno dei suoi brani più celebri e rappresentativi: "Eppure soffia". Adele e Siria Pardini, superstiti dell’eccidio di Sant’Anna di Stazzema, hanno portato in studio un vento di memoria. Perché certe cose non vanno dimenticate.

Per quanto riguarda Renzi, bisogna dire che Fazio gli ha dedicato molto spazio: forse troppo. Il giovane "ribelle" del Pd è ormai in piena campagna elettorale, dalla sua ha un'ottima dialettica e una certa sfrontatezza. Ha ribadito le regole delle Primarie di cui si sta molto parlando in questi giorni e fatto una solenne quanto importante promessa da memorizzare. Renzi giura che, se perderà alle elezioni, non vorrà nessuna poltrona e darà una mano al partito. Darà una mano a Bersani. Preso nota?

Stefano Benni ha presentato il suo libro "Di tutte le ricchezze", uscito lo scorso 26 settembre, nuovo capitolo della sua epopea letteraria composta anche da "Bar Sport", "Elianto", "Terra!", "La compagnia dei celestini", "Baol", "Comici spaventati guerrieri", "Saltatempo", "Margherita Dolcevita", "Il bar sotto il mare" e "Pane e tempesta". Una figura fondamentale di "Di tutte le bellezze" è il cane del protagonista, Ombra; Benni ama profondamente gli animali e, fin da bambino, parla con loro. Gli animali sono per lui una presenza fondamentale e concreta, un esempio di lealtà, ma anche simboli e metafore direttamente riguardanti l'esistenza umana.

La serata si è conclusa con Favino che, carismatico come sempre, ha indossato i panni di testimonial per "Ricordati di salvare l’Italia", campagna FAI 2012 con l'obiettivo di valorizzare il patrimonio artistico, naturale e paesaggistico italiano. E poi, per sdrammatizzare un po', ha giocato a fare "il romanaccio" con Fazio e Rossi. Assente, invece, Roberto Saviano. Ha partecipato alla prima puntata del programma, stavolta non c'era. Del resto l'avevano detto, che la Rai non avrebbe dato notizie certe per una questione di sicurezza (sua). Forse ci sarà la prossima settimana, chissà.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016