Excite

Fiorello: "Non ho paura dell'Auditel. Con Sky sperimento"

In un'intervista rilasciata a Valerio Staffelli per Tv Sorrisi e Canzoni il famoso showman Fiorello ha parlato della sua nuova esperienza con Sky, della televisione in generale, della radio e dei suoi colleghi. Innanzitutto Fiorello ha spiegato che lo spettacolo che debutterà a Roma il prossimo primo aprile e che andrà in onda su Sky dal 2 aprile conterrà "molte cose diverse: interviste, momenti di show, ospiti insoliti, monologhi e spunti dalla cronaca per essere ogni giorno diversi".

La scelta di passare a Sky non ha nulla a che fare con la paura dell'Auditel, come hanno insinuato in molti. "Ho le prove per dire che è falso che io abbia paura dell'Auditel - ha affermato lo showman - ho fatto la tv del sabato sera, ho fatto il quiz preserale, ho rischiato, ho sempre cambiato. Per me sarebbe stato facile fare 'Stasera pago io' a vita, era un programma di successo. Facile sarebbe stato continuare con il karaoke, facile continuare con 'Viva Radio2'. Invece ora vado sulla piattaforma di Sky per vedere cosa succede".

Nel corso dell'intervista Fiorello ha ammesso di guardare sempre la televisione e di farlo senza snobismi, passando dal reality ai documentari. Sulla politica lo showman è stato, invece, alquanto sfuggente, affermando di essere di "centro-nulla", ma ha esclamto un "evviva" per Walter Veltroni che "non si è attaccato alla poltrona e ha ammesso di non avercela fatta. Tornerà quando avrà nuove idee. Chapeau".

Alcune parole anche per i colleghi. Lo showman ha definito "geniale" Claudio Cecchetto, "più bravo di tutti a fare le interviste Fabio Fazio, "numero uno delle donne" Simona Ventura. Del suo storico collega Marco Baldini, poi, Fiorello ha detto: "Abbiamo smesso di fare 'Viva Radio2' per non ripeterci. Ovviamente gli ho proposto di collaborare con me, ma lui ha preferito fare 'La Fattoria'. Ciò non vuol dire che si sia rotto qualcosa tra noi". E di sé stesso lo showman ha detto: "Sono egocentrico, presuntuoso e voglio fare tutto io. Sono impulsivo. Però perdono, sempre. Ma non dimentico".

A proposito dell'ultimo Festival di Sanremo Fiorello ha speso buone parole per il conduttore Paolo Bonolis. "Bonolis è stato veramente bravo - ha affermato lo showman - ha portato avanti un Festival che qualcuno aveva definito morente e ha fatto un eccellente lavoro". Qualche critica, invece, nei confronti del vincitore Marco Carta. "Mi è piaciuta la canzone di Marco Carta? Così così - ha detto Fiorello - anzi, a voler essere sincero, no. Mi sono piaciuti Nicky Nicolai e Francesco Renga".

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016