Excite

Flavia Vento: "Quando ho cominciato io, in tv c'era più selezione"

  • Infophoto

Eh già. Una volta non era mica facile diventare famosi. Sfondare nel piccolo schermo. No, macché. Bisognava impegnarsi tanto, fare gavette infinite, sputare sangue (metaforicamente parlando) ed essere dotati di autentico talento artistico. Prendete Flavia Vento: lei è l'esempio lampante di come le cose fossero assai più ardue. E' diventata nota al grande pubblico con il ruolo di "valletta sotto il tavolo" nel programma Libero condotto da Teo Mammucari. Correva l'anno 2000, Flavia stava là sotto per tutta la durata della trasmissione senza praticamente proferire verbo. Pensate fosse una cosa da tutti? No, è stata scelta lei perché possedeva una serie di caratteristiche.

Flavia Vento, look da telecamere: foto

Adesso invece è tutto in discesa, certi valori sono dispersi e la Vento si sfoga dalle pagine del settimanale A: "Quando ho cominciato non era così, in tv c'era più selezione". E poi: "Le cose sono cambiate, basta leggere i giornali: scandali su scandali. Si parla di qualcuno solo per via degli scandali". Ecco. Povera fanciulla. Tra l'altro, è pure incompresa.

Sì, perché la bravissima e versatile Flavia, autentico animale da palcoscenico, continua a inseguire il sogno di diventare attrice senza risultati: "Ho studiato talmente tanto che mi sono stufata. Ho fatto corsi con Santamaria, Favino, Placido. Prima o poi qualcuno si ricorderà di me". Ma perché l'hanno dimenticata? "A me- si lamenta - non fanno fare manco i provini. Credo abbiano un pregiudizio: dicono che non so recitare". Eh no, dai. Come pensare una cosa del genere?

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016