Excite

Fondi neri Mediaset, nuove accuse

"Falso anche il bilancio del 2000 depositato in Milano il 9 aprile del 2001" è questa l'ipotesi del pm milanese Fabio De Pasquale in merito alla contestazione suppletiva nel processo sui presunti fondi neri relativi ai diritti tv di Mediaset. La nuova contestazione riguarda anche il produttore Daniele Lorenzano, Frank Agrama di cui Berlusconi sarebbe stato il socio occulto, il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri, Gabriella Galetto che fu responsabile di Fininvest Service di Massagno (Lugano) e Alfredo Cuomo, che però è imputato in un processo a parte.

Lorenzano e Galetto, in particolare, avrebbero, secondo il Pm "con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso, con l'intenzione di ingannare i soci in ordine alla situazione economica e patrimoniale della società e il pubblico e per conseguire l'ingiusto profitto, di mascherare la formazione di ingenti fondi neri allocati all'estero e le successive appropriazioni indebite di tali fondi" esposto nei bilanci di esercizio della società Mediaset relativi agli anni 1999-2000, "fatti non rispondenti al vero in ordine alle modalità di acquisizione dei diritti di trasmissione e al costo effettivo di detti diritti".Per Nicolò Ghedini difensore dell'ex premier "la contestazione suppletiva è assolutamente infondata, perchè Berlusconi non può aver avuto nessuna parte nell'approvazione del bilancio relativo all'anno 2000. Si tratta di un espediente processuale che non trova agganci nella realtà". De Pasquale ha evitato la prescrizione del reato societario che sarebbe scattata il prossimo 20 ottobre, Il processo è stato aggiornato al prossimo 19 novembre per consentire la notifica della contestazione alle parti.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017