Excite

La finta aquilana di Forum: the day after

Tv mistificatrice e bugiarda. La storia della finta terremotata aquilana che a Forum ha tessuto le lodi di Silvio Berlusconi e del Governo per la tempestiva e "felice" ricostruzione ha scatenato una polemica che non sembra destinata a placarsi tanto facilmente. L'intervista rilasciata da Marina Villa a Repubblica in cui dichiarava l'esistenza di un copione preparato dalla redazione di Forum ha fatto arrabbiare un bel po' di italiani e, soprattutto, gli abruzzesi, che si sono sentiti presi in giro da questa signora vestita e truccata di tutto punto che raccontava orgogliosa che "L'Aquila è ricostruita", "ci sono case con giardini e garage", "la vita è ricominciata" e chi si lamenta "lo fa per mangiare e dormire gratis".

Il video della testimonianza della finta aquilana a Forum

Un esempio di cattiva, cattivissima informazione - se informazione si può chiamarla - che ha spinto Stefania Pezzopane, assessore alla Politiche sociali del Comune dell'Aquila, a scrivere una vibrata lettera a Rita Dalla Chiesa, conduttrice del programma e protagonista a sua volta del super spot sulla ricostruzione con una frase che ai terremotati non è piaciuta per niente: "dovete ringraziare anche Bertolaso che ha fatto un grandissimo lavoro". Nella missiva fatta pervenire alla Dalla Chiesa, la Pezzopane denuncia che "la redazione del programma non ha favorito alcuna possibilità di confronto" e invita la conduttrice a vedere di persona la situazione in cui versano realmente L'Aquila e gli aquilani, per verificare con i suoi occhi "quante persone vivono ancora in case provvisorie (circa 23 mila), quante sono ancora sfollate negli alberghi della costa (quasi 2 mila) e quante vivono nelle caserme". Uno sfogo che contiene anche un chiaro riferimento alle parole della figurante che accusava gli abruzzesi di lamentarsi per continuare a godersi vitto e alloggio gratis: "siamo esasperati perché viene fatto passare il messaggio che all'Aquila tutto e' risolto e che i miei concittadini approfittano addirittura della situazione. E' un messaggio vergognoso" e che si chiude con la richiesta alla Dalla Chiesa di una rettifica "per chiedere scusa a tutti gli aquilani e agli italiani che stanno continuando a voler bene all'Aquila".

La conduttrice di Forum però non sembra assolutamente intenzionata a stare sul banco degli imputati e dalle pagine di Repubblica fa sapere che anche lei è una vittima, offesa e raggirata dalla scaltrissima signora Villa: "abbiamo creduto al provino di Marina Villa. Ci ha raccontato la sua storia di donna abruzzese colpita dal terremoto. È vero, lei tesseva le lodi di Berlusconi, dicendo che a L´Aquila “tutte le attività commerciali hanno riaperto”, ma bilanciava pure con il parere del marito, per il quale “L´Aquila è tutta una maceria”. Insomma, pareri diversi". E per quanto riguarda le accuse di avere organizzato una puntata spot a favore del Presidente del Consiglio e di Guido Bertolaso, pure indagato, la Dalla Chiesa fa sapere che: "chi mi critica è ingiusto. Rivedetevi la registrazione: io, per quel che si può in una diretta, ho cercato di arginare la signora. L’ho fermata quando parlava troppo di Berlusconi, le consigliavo la parola governo. Su Bertolaso ho le mie idee: lui ha fatto molto per la ricostruzione". Una difesa strenua della trasmissione e della propria professionalità che si chiude con una risposta stizzita quando le si fa notare la gravità di avere pagato una figurante per fare da testimone: "basta con questa storia della figurante. La Villa ha preso 280-300 euro per raccontare una storia vera. Se al posto del marito c´è un attore, non si può gridare allo scandalo: noi lo dichiariamo che le storie vengono reinterpretate a volte da attori".

Il video della risposta di Rita Dalla Chiesa alle accuse

A sostenere la tesi della buona fede della conduttrice di Forum è, ovviamente, anche Mediaset, che in una nota ufficiale fa sapere che "nessuno può mettere in dubbio la professionalità e la buona fede di Rita Dalla Chiesa", sottolineando che lo scontro politico e mediatico scatenatosi sulla vicenda "per quanto aspro, non può arrivare a spargere veleni su una conduttrice e un programma che ogni giorno, in diretta, danno spazio alle ragioni, alle amarezze e alle speranze della gente comune" e concludendo che "arrivare a ipotizzare che le affermazioni spontanee della signora abruzzese siano frutto di un piano architettato a tavolino e' un chiaro attacco strumentale che Mediaset respinge".

E la signora Villa, che dice? Travolta dalle proteste (e dagli insulti), questa casalinga di Popoli, in provincia di Pescara, "chiede scusa" e in un messaggio registrato per il sito del quotidiano abruzzese "Il Centro", oltre a coprirsi il capo di cenere per le affermazioni offensive fatte, ritratta sulla presenza di un copione, "nessuno mi ha pagata, nessuno mi ha detto dire le cose", e ammette che la boutade sui terremotati che mangiano, bevono e dormono a sbafo è farina del suo sacco: "per rendere la cosa un po' più vera ci ho messo io qualcosa in più". In fondo "io non pensavo di creare tutte queste offese".

Le video scuse della finta terremotata

Foto: mediaset.it

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016