Excite

Fratello Maggiore di Clemente Russo, prima puntata con 2ml di spettatori

  • Infophoto

Fratello maggiore, Tamarreide o Sos Tata? E' partita iera la prima puntata del nuovo format di Mediaset, a metà strada tra un documentario e un reality show, condotto dal pugile di Marcianise Clemente Russo nei panni del fratello maggiore di una serie di giovani con problemi sociali. Ragazzi difficili che non parlano con i genitori e rischiano di perdersi. Quì entra in scena Clemente, campione olimpico con alle un'infanzia difficile, che ha il ruolo di coach redentore (giubbotto di pelle, faccia cattiva, fa proprio paura) in un percorso che durerà tutta la puntata.

Si parte subito con una storia che arriva come un pugno allo stomaco. Protagonista è Fabrizio Vitale, pluribocciato che non riconosce l'autorità del patrigno e detesta il fratello nato dal nuovo matrimonio di sua madre. Il giovane è stato sospeso dalla scuola, non lavora e frequenta compagnie non affidabili.

Fabrizio è un bullo di periferia che odia la madre: ha tentato di bruciarla viva davanti al fratellino piccolo, terrorizzato dal ragazzo. Come farà Clemente Russo ad aiutare l'adolescente a ritrovare se stesso? Altro che James Dean in "Gioventà bruciata"!

Davanti ad un giovane così violento che inizia a spaccare piatti e insultare i parenti ci vorrebbe un esorcista, ma anche la Digos. Padre Merrin e i celerini non ci sono ma almeno c'è una psicologa, Alessandra Cirulli, che affianca Russo, e che riesce a trascinare Fabrizio al cimitero per fargli capire che cosa significa quando minaccia la madre di morte.

La seconda storia è quella della diciannovenne di Meda, Rebecca Romano, ossessionata dal mondo dello spettacolo, viziata e aggressiva. Dedita all'alcool e al divertimento, dai genitori vuole solo soldi ed è disposta a tutto per ottenerli: anche rubare dal portafogli della madre. Come nel precedente caso Clemente fa superare a Rebecca molte prove, anche fisiche, della serie: devi guadagnarti da sola ciò che vuoi. Il pugile porta la giovane ad un casting, la figuraccia è dietro l'angolo. I selezionatori congedano Rebecca con: "Devi avere un minimo di bagaglio culturale e nel book fotografico niente foto in cui lecchi la chitarra". Arrivederci e grazie.

Incredibile ma vero alla fine della prima puntata lo scopo del programma è stato raggiunto: la redenzione e la finalità educativa ci sono. Entrambi i giovani sembrano avere acquisito maggiore consapevolezza di se stessi e hanno cominciato a rispettare i loro genitori. Adesso Fabrizio e Rebecca lavorano in una mensa dei poveri.

Incredibile ma vero anche lo scopo meno educativo ma più materiale è stato raggiunto. I dati auditel sono buoni. Sono 2.273.000 i telespettatori che hanno seguito Clemente Russo con uno share del 8.72%. Non male se si pensa che il pugile è alla sua prima esperienza da conduttore.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016