Excite

Georgia Luzi ad Excite.it: "Sarò mamma ad ottobre. Torno in tv a gennaio ma non in Rai. Storie Vere non mi apparteneva più"

Annuncio a sorpresa nella puntata odierna de La Prova del Cuoco, Antonella Clerici ha ospitato Georgia Luzi che ha deciso di comunicare in diretta la sua gravidanza. La conduttrice ha raccontato a noi di Excite.it le sue emozioni a caldo, l’abbiamo contattata per farle gli auguri, ne abbiamo approfittato per fare un bilancio lavorativo e per soffermarci sul suo futuro televisivo.

Georgia innanzitutto tantissimi auguri, ci hai sorpreso.

“Grazie, partorirò ad ottobre e sono di cinque mesi. Nascondere tutto è stato abbastanza difficile, all’inizio non lo abbiamo davvero detto a nessuno lo abbiamo tenuto davvero per noi. Si chiamerà Isabel.”

Com’è nata l’idea di comunicare la gravidanza a La Prova del Cuoco?

“Sono andata da Antonella anche perché lei la gravidanza l’ha seguita passo passo. Io non sono una che frequenta molte persone di questo ambiente, le uniche due eccezioni sono Antonella Clerici e Marco Liorni. Lei in questi mesi sapendo quanto cercavamo questo bambino mi è stata molto vicino, mi ha consigliato ed essendo mamma è riuscita spesso a tranquillizzarmi quindi devo dire che è stata fondamentale.”

Dal punto di vista professionale qual è la cosa che ti piace di più di lei?

“Lei è molto empatica, è molto semplice. Mi piace il suo essere di pancia, l’essere così diretta e il modo naturale con cui riesce a porsi con i suoi ospiti e con le persone con cui lavora.”

In diretta ti ha fatto i complimenti ma ti ha detto “devi avere un pizzico di grinta e cattiveria in più”.

“E’ vero, lei poi è una che lo fa bene. Ancora oggi nel suo lavoro deve lottare con le unghie e con i denti per i suoi programmi quindi lo prendo come un grande stimolo e un grande consiglio. Ammetto che ha ragione, devo crescere da questo punto di vista e avere maggiore grinta.”

La prima cosa che hai pensato guardando Storie Vere condotto da Eleonora Daniele?

“Era inevitabile che la mia strada con quella del programma si dividesse perché c’erano dei contrasti con il capoautore Carlo Raspollini, soprattutto nell’ultimo anno, rispetto alle scelte e al linguaggio del programma.”

Che tipo di contrasti?

“Mi chiedevano delle cose che non mi appartenevano, con questo non voglio dire che io avevo ragione e loro torto, ma non ero io. Mi sono anche rivista e avevo perso anche un po’ me stessa, io sono dell’idea che ognuno deve fare quello che sa fare soprattutto in questo lavoro. Mi piace molto raccontare storie ma essendo una di pancia non riuscivo a stare in certi schemi e nel linguaggio giornalistico che mi veniva chiesto, non sono una giornalista ma neanche la voglio fare. Oggi se noti il programma ha preso quell’indirizzo quindi io lo trovo perfetto per Eleonora. A un certo punto io ero scollata da quello che mi veniva chiesto, non mi apparteneva più. Ti faccio un esempio, ovviamente non mi sto paragonando a loro, è come se chiedessero a Federica Sciarelli di condurre il varietà del sabato sera e a Milly Carlucci Chi l’ha visto? La Clerici, la Carlucci o la De Filippi sono credibili e le riconosci in quello che fanno, io e quel programma eravamo sempre più lontani.”

Non si possono paragonare i risutati delle due edizioni di Storie Vere perché occupano una fascia oraria diversa. Lorella Landi con UnoMattina Magazine ottiene risultati peggiori di quelli che ottenevate lo scorso anno tu e Savino Zaba. Credi che la Rai abbia sbagliato nel rinunciare a voi?

“Non posso dire che l’azienda ha sbagliato però mi rendo conto che ogni anno che passa la Rai perde ascolti, forse dovrebbe esserci la capacità di proporre novità. Non lo dico con toni presuntuosi perché non ho la formuletta magica, non è facile soprattutto su Rai1 perché non ci sono i soldi e i mezzi e poi ci vogliono le idee.

In diretta hai annunciato che a gennaio tornerai in tv. Puoi anticiparci qualcosa?

“Non anticipo niente ma ti posso dire che ho avuto una bellissima proposta a cui sto lavorando.”

In Rai?

No, non si tratta della Rai.

E’ qualcosa di diverso rispetto a ciò di cui ti sei occupata fino ad oggi?

“Si, finalmente trovo la mia strada. Io non rinnego nulla di quello che ho fatto ma su Rai1 sono passata a fare cose troppo diverse tra loro, prima UnoMattina poi un programma sugli animali e infine un programma sulle storie. Io credo che se una persona vuole avere una lunga strada e un lungo futuro in questo lavoro deve trovare il suo percorso. Mi chiedevo “che vogliono farmi fare?” e mi dicevo “qualcuno deve credere in me”.

Hai trovato qualcuno che crede in te?

“Si, soprattutto che ha visto la mia personalità e quindi riuscirò a fare una cosa che mi appartiene totalmente.”

Auguri e in bocca al lupo per tutto.

“Grazie mille, crepi il lupo.”

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017