Excite

Gerry Scotti attacca la Rai: dovrebbe osare di più

Gerry Scotti, che ha ripreso da poco la sua avventura pomeridiana con Chi vuol essere Milionario, spara a zero sulla Rai, colpevole, a suo dire di osare poco e di copiare le idee di Mediaset.

Il conduttore ha accusato la Rai di aver puntato tutto sulle Olimpiadi Estive, tralasciando il resto della programmazione e, pur avendo dalla sua il canone, di ricalcare troppo la politica di Mediaset: il riferimento è rivolto a La Botola, definita una sorta di La Corrida, riadattata per esigenze del servizio pubblico.

Gerry Scotti vorrebbe vedere una Rai, più educativa, che offra un reale servizio agli spettatori e che usi in maniera più adeguate le risorse derivanti dal canone, piuttosto che una televisione pubblica, dedita alla politica commerciale.

Il presentatore, che vedremo sotto natale con il primo dei due film tv, Finalmente soli… ricchi e poveri, attacca anche la programmazione di Raiuno nell’access prime time (la fascia dopo il Tg, prima della prima serata) , sostenendo insensato il continuo uso di un programma come Affari Tuoi, di cui dice che non ci libereremo più.

Guardando in casa sua, lo Zio Gerry, come viene amichevolmente definito dal pubblico, si auspica che in futuro ci sia una donna a condurre il programma traino del telegiornale e candida al ruolo, Alessia Marcuzzi e Federica Panicucci, donne dalla grande esperienza, credibili e rassicuranti.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017