Excite

Gomorra 2, il questore di Napoli: 'Certe fiction sono offensive'. Saviano replica: 'Ennesimo invito all'omertà'

  • Repubblica-Getty Images

Il questore di Napoli Guido Marino attacca Gomorra, la serie televisiva prodotta da Sky che in questi giorni ha dovuto far fronte ai no di alcuni comuni campani che ne hanno vietato le riprese: "Arrivare alla conclusione che lo Stato è assente, è banale. E lo trovo offensivo, fuorviante e approssimativo come diagnosi e come prognosi" ha detto i microfoni di Radio24.

A proposito della scelta delle città del napoletano contrarie al set nei loro luoghi ha commentato: "Certi programmi tv sono offensivi e per niente rappresentativi della realtà che vogliono rappresentare". Una dichiarazione che ha ovviamente stupito e diviso fin da subito. La serie ha ricevuto apprezzamenti della critca di tutto il mondo, un ottimo seguito di pubblico ma anche critiche negative.

Gomorra 2: arrivano Scianel e Patrizia, Genny è vivo

Lo scrittore Roberto Saviano ha scelto di replicare a queste dichiarazioni sulla sua pagina Facebook: "Leggo l'Ansa che riporta le parole del questore di Napoli Guido Marino. Offensivi sono i clan, offensiva è l'omertà, offensivo è accusare opere creative invece che la corruzione e l'inefficienza della macchina statale."

Gomorra 2 La Serie, le prime foto dal set di Nola

L'intervento di Saviano continua soffermandosi proprio sul comune di Giugliano: "Due giorni fa a Giugliano, dove il sindaco ha vietato di poter girare delle scene di Gomorra, un gruppo di ragazzini viene fermato da agenti della polizia municipale, ma si ribellano e aggrediscono i vigili. I passanti che assistono alla scena ostacolano gli agenti per facilitare la fuga dei ragazzini. Non è una fiction ma cronaca. In un simile contesto, le parole del Questore di Napoli sono l'ennesimo invito all'omertà." Voi cosa ne pensate?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017