Excite

I Duellanti, un programma "parac**o" low cost. Giletti si prende sul serio sguazzando nel trash

  • Rai

"Del maiale non si butta via niente" avrà pensato il furbo Giletti quando ha scelto di proporre in seconda serata I Duellanti. Il debutto su Rai 1 mostra l'ennesimo caso di una tv che si ricicla, che non inventa ma che in qualche modo si autoalimenta. I duellanti è di fatto uno spin off de L'Arena con l'obiettivo, forse neanche tanto nascosto, di testare il format nella seconda serata estiva, ben trainato dalla replica de Il Commissario Montalbano, per riproporlo probabilmente nella prossima stagione.

Non ci sono soldi, lo studio è quello del programma pomeridiano, gli autori pure. Si punta al risparmio ma provare a staccarlo da L'Arena anche solo scenograficamente sarebbe stato meglio. Aldo Busi e Alba Parietti se le erano date di santa ragione qualche anno fa su La7 e propongono il bis su Rai1 con la scusante del "come è andata a finire". Il quesito però resta, interessa realmente a qualcuno capirlo o forse a tutti noi bastava goderci quella chicca trash?

Massimo Giletti, l'intervista ad Excite.it

In fondo è questa la domanda che accompagna lo spettatore che di alcune risse ha già visto e rivisto su Youtube e già letto i commenti sui vari siti e giornali. A Giletti sfugge questo aspetto e si prende troppo sul serio nel racconto, l'idea può anche essere considerata carina ma la realizzazione è deludente. Il conduttore ha la faccia tosta di chi pensa di non macchiarsi dell'accusa di "trash" ma in sostanza ci sguazza come tutti realizzando un programma "parac**o". Su Twitter vola tra gli argomenti più discussi, sul web il tema è di casa ed apprezzato.

Nel nulla cosmico dei palinsesti estivi I Duellanti tiene compagnia per quasi un'ora e mezza e non è di certo il male assoluto. Forse può stridere con l'idea di servizio pubblico ma in Rai si vede di peggio, certo andrebbe spiegato perchè non si può produrre a Viale Mazzini un reality come L'Isola dei Famosi (considerato il male assoluto) ma poi il trash può accomodarsi nel salotto di Rai1 quasi in maniera celebrativa. Non c'è il "pentimento" e nel secondo incontro manca proprio il duellante perchè Alessandra Mussolini si rifiuta di incontrare Vladimir Luxuria. L'inviata Sferrazza in un momento stile C'è posta per te la insegue per invitarla in studio.

Finisce per essere più godibile ed interessante la terza parte con Mario Luzzato Fegiz e Mauro Pica Villa. Giletti fa di tutto per elevarsi la domenica con L'Arena ospitando politici di primo piano ma poi celebra il trash in seconda serata e intanto fa un giro a Padre Pio e a Pompei per serate a sfondo religioso. Caro Massimo, chi sei? Da grande sogni di diventare Michele Santoro o Pippo Baudo?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017