Excite

Il capo dei capi? Un porno è più educativo

Antonio Marziale, Presidente dell’Osservatorio sui diritti dei minori, attacca la fiction "Il Capo dei Capi", ricalcando le accuse lanciate dal Ministro Mastella non più tardi di 4 giorni.
L'argomento è sempre quello, anche per Marziale la fiction di Canale 5 sarebbe una sorta di inno al boss Toto Riina. "La messa in onda di un film porno in prima serata avrebbe prodotto sicuramente effetti meno nocivi. Propone un messaggio offerto agli adolescenti pedagogicamente distruttivo che non puo’ essere affatto definito d’impegno sociale".

Guarda le immagini più belle della fiction.

Il pm di Palermo Antonino Ingroia intervenendo da Radio24 ha detto: "Sono contrario a ogni forma di censura. Ma ho la netta sensazione che con la fiction 'Il capo dei capi' c'è il rischio di fare un'iconografia alla rovescia su Totò Riina che emana un fascino un po' sinistro".

E una critica arriva anche da un autorevole siciliano come Andrea Camilleri: "Ritengo che l'unica letteratura che tratti di mafia debba essere quella dei verbali di polizia e carabinieri e dei dispositivi di sentenze della magistratura. A parte i saggi degli studiosi".

Ines Maria Leotta Giuliano è invece sorpresa e delusa dal taglio scelto per il personaggio di suo marito: "Mio marito non era così. Pur apprezzando il risalto dato alla sua figura deploro che gli autori o gli sceneggiatori non abbiano pensato di rivolgersi alla famiglia o alle persone più vicine per delinearne meglio la personalità. Non era un uomo di mezza età, non parlava in dialetto stretto. Inoltre non usava abitualmente il turpiloquio e non fumava. Era un uomo giovane (nel 1969 aveva 38 anni) e non aveva bisogno di un inesistente Schirò che lo spronasse a combattere la mafia".
L'ultima puntata della fiction in onda ieri sera ha, nonostante le critiche, fatto il pieno di ascolti sfiorando il 29% di share.

E la finzione si è intrecciata alla realtà quando ieri sera il latitante Michele Catalano, esponente di spicco del clan Lo Piccolo, accusato di avere gestito per conto della cosca gli affari relativi alle estorsioni e al traffico di stupefacenti, è stato arrestato a Palermo nel quartire Zen, proprio mentre stava guardando la sua fiction preferita: "Il capo dei capi".

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017