Excite

Il caso Forleo diventa una fiction

Una 'doc fiction' realizzata interamente dalla redazione di 'Annozero' sulla vicenda Forleo è' andata in onda nella puntata di ieri sera del programma di approfondimento condotto da Michele Santoro. Un'iniziativa, prima nel suo genere, totalmente autoprodotta e interpretata da attori professionisti, che all'indomani della messa in onda fa già discutere.

L polemiche, infatti, divampano, soprattutto per la scena in cui viene comunicata al giudice la telefonanta di D'Alema che avrebbe cercato di interferire tramite la Forleo sul corso delle vicende del caso Unipol/Bnl. "Senti, ha chiamato D'Alema... Non me direttamente, ma ha chiamato. È preoccupato che vengano depositate telefonate di carattere privato. Attenta, se vengono fuori, ti faranno a pezzi...". Queste sarebbero state le parole dette alla Forleo dal procuratore generale di Milano Mario Blandini, riportate nella fiction dall'attore che lo interpretava e che Clementina Forleo aveva già riferito secondo la sua versione davanti ai pm di Brescia e ripetuto al Csm.

La 'doc fiction', sceneggiata dal giornalista Sandro Ruotolo, ha riproposto anche la versione di Blandini. Secondo quest'ultima infatti il procuratore avrebbe detto: "Non mi ha telefonato D'Alema, non mi ha telefonato nessuno. Chi mi conosce sa bene che non sarebbe servito a nulla. Sì, la Forleo l'ho incontrata per darle dei consigli amichevoli, per raccomandarle di selezionare bene le parti penalmente rilevanti da tutto il resto... Sinceramente mi sembra che alla dottoressa Forleo fossero saltati un po' i nervi".

Come siano andate in realtà le cose, è ancora presto per saperlo. Clementina Forleo aveva denunciato proprio ad Annozero le pressioni politiche e istituzionali subite nel corso del procedimento sulle scalate bancarie che vedeva coinvolti, tra gli altri soggetti, l’Unipol, e nelle intercettazioni telefoniche i leader dei Ds D’Alema e Fassino.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017