Excite

"Il giovane Montalbano": gli inizi del commissario su Raiuno

  • Infophoto

La Rai mette un attimo da parte Luca Zingaretti per mandare in onda il prequel di Montalbano nella serie di sei puntate dal titolo “Il giovane Montalbano”. Ad indossare le vesti del commissario più amato d’Italia è Michele Riondino, giovane talento cinematografico che abbiamo apprezzato nel film “Dieci inverni” che l’ha lanciato verso il successo.

La serie parte questa sera, 23 febbraio su Raiuno in prima serata. Nata dal soggetto di Francesco Bruni e Andrea Camilleri, racconta la storia del commissario Salvo Montalbano all’inizio della sua carriera come vicecommissario nel paesino di montagna, Mascalippa. Dopo poco verrà trasferito a Vigata dove compariranno i personaggi che hanno lavorato con lui alle indagini e che abbiamo già visto in TV accanto al “vecchio” Montalbano, interpretato da Luca Zingaretti.

La prima puntata s’intitola “La prima indagine di Montalbano” che vede il vicecommissario al lavoro sul caso dell’omicidio di Casio Alletto, un uomo con la fedina penale sporca per aver compiuto furti di bestiame in passato. L’indagato principale è il pastore Tano Boruso, ma Montalbano capisce che c’è ancora da lavorare e la colpa non è del Boruso.

Dopo qualche tempo, grazie a Sanfilippo, attuale commissario di Mascalippa che viene promosso, Salvo Montalbano viene trasferito a Vigata, cittadina d’infanzia e di mare dove si troverà molto più a suo agio e dove vive ancora suo padre con il quale non ha rapporti piacevoli.

Montalbano ha anche una fidanzata, Mery che adora, ma quando la ragazza comincia a parlare di matrimonio o convivenza, il giovane vicecommissario storce il naso. Nel primo episodio conoscerà i suoi nuovi colleghi e cercherà di adattarsi al nuovo ambiente.

Il regista, Gianluca Maria Tavarelli, a proposito della nuove serie sottolinea: “tutto questo mondo emotivo, questa trama di rapporti familiari e amorosi, è la materia che abbiamo affrontato in questo giovane Montalbano. "E poi c'è la Sicilia. C'è la cucina della Sicilia. Il mare. D'estate e d'inverno. Le donne della Sicilia. Con quegli sguardi antichi, profondi, sempre un po' tristi e pieni di dolore, che abbiamo cercato di riportare sullo schermo così come Camilleri ce li descriveva nelle sue pagine”.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016