Excite

Il Moige contro Massimo Scattarella al Grande Fratello11

Nell'ultima puntata il pubblico ha deciso di concedere a Massimo Scattarella una seconda possibilità. Il concorrente della passata edizione aveva chiesto di essere reintegrato perché anche la sua bestemmia, che gli era costata l'espulsione, era detta senza intenzione, così come quella di Matteo Casnici.

Segui lo Speciale di Excite sul Grande Fratello 11

Il GF ha lasciato il ragazzo nel tugurio per una settimana in attesa del giudizio del pubblico, che è stato positivo e il pugliese è ufficialmente un nuovo inquilino, accolto nel migliore dei modi dagli altri ragazzi e già si vocifera che sia un ottimo pretendente per conquistare il cuore di Guendalina Tavassi. Tutto sembra tranquillo nella Casa più spiata d'Italia, mentre fuori nuove polemiche infiammano il reality show.

Ad intervenire, sull'ingresso di Massimo, è stato il Moige, nella persona di Elisabetta Scala, responsabile dell'Osservatorio Media del movimento genitori, che ha lanciato un vero e proprio allarme: 'Non accenna a diminuire la cloaca televisiva del Grande Fratello: anche nella puntata di ieri il reality show ha fornito al pubblico uno spettacolo deplorevole e inaccettabile, evidenziando per l'ennesima volta lo squallore incivile che regna in questa trasmissione, oramai non più sostenibile'.

In particolare la dott.essa Scala è sconvolta dalla riabilitazione della bestemmia e dal fatto che Guendalina sia un esempio pessimo di genitore, che ha lasciato a casa una bambina di sei anni: 'Adesso per chi compie un atto deprecabile come la bestemmia è previsto addirittura un premio: non l'espulsione immediata, bensì il reintegro nella trasmissione. I limiti della pubblica decenza sono stati abbondantemente superati: basti pensare anche al fatto che una bambina di sei anni sia quotidianamente privata della presenza della madre, in quanto concorrente del reality'.

La soluzione del Moige è quella di invitare gli inserzionisti ad eliminare la pubblicità dalla trasmissione, togliendogli la linfa vitale: 'L'unica soluzione possibile per porre fine a questa bassezza in tv è che da parte di tutti, spettatori e soprattutto inserzionisti, ci sia un no deciso a sponsorizzare programmi del genere. Sarebbe opportuno seguire il buon esempio del gruppo Barilla, che già da tempo ha deciso di non mandare più in onda i suoi spot nel corso della trasmissione: si tratta di un comportamento virtuoso che auspichiamo sia presto imitato'.

Foto: Videomediaset

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016