Excite

Il reality per diventare futuro Presidente di un Paese

di Simone Rausi

Esistono Paesi in cui il Presidente del Consiglio non viene scelto dai cittadini ed altri in cui, da ben 10 anni, nessuno ha la facoltà di poter votare il proprio Presidente. Rientra in quest’ultimo gruppo la Palestina, governata - da immemorabile tempo - dall’ottantenne Abu Mazen (nonostante il mandato sia scaduto la bellezza di quasi sette anni fa). Il popolo vorrebbe più libertà e maggiore potere decisionale. E se c’è un oggetto magico che può dar forma ai sogni e realizzare – seppur in parte – i desideri, quella è la televisione.

Il reality che fa incontrare i parenti delle vittime dell’ISIS con i terroristi

Da due anni a queste parte, nelle televisioni palestinesi, va in onda “Al Rais – Il Presidente”, un reality/talent show che si pone l’ambizioso compito di far scegliere ai cittadini, tramite il televoto, il proprio futuro leader. Perché se è vero che Abu Mazen, al momento, è saldato sullo scranno, è altrettanto vero che il tempo scorre per tutti e che un successore bisognerà pur trovarlo. Il reality – che gode del pieno appoggio delle autorità palestinesi e del Ministero degli esteri – prova a individuare i futuri leader politici attraverso delle prove di abilità. Una specie di The Apprentice senza il Pirellone e Flavio Briatore.

Il meccanismo è il seguente: 25 concorrenti selezionati per tutti i capoluoghi palestinesi si sfidano a colpi di prove di cultura locale, affari internazionali e politica interna. Chi si dimostrerà più valido nel conoscere la storia del conflitto d’Israele potrà diventare il nuovo Rais del Paese, almeno secondo il popolo che decreterà il vincitore con gli sms e con l’aiuto di una giuria di esperti. Pensate che si tratti solo di un’idea farlocca in quanto il Presidente della tv non diventerà mai quello vero? Vi sbagliate, almeno secondo i produttori dello show. “La popolarità del presidente è in caduta libera, con i due terzi degli intervistati che ne chiedono le dimissioni e noi ci inseriamo in questo contesto” dice Raed Uthman, direttore Generale della Maan, agenzia indipendente che produce lo show. “Dite che è solo un reality show? No, è un'ottima opportunità per i giovani palestinesi di criticare democraticamente la leadership politica, opportunità che nella vita di tutti i giorni è spesso negata. Vogliamo scardinare il concetto, molto diffuso, che per essere un eroe in Palestina uno debba per forza diventare un martire, e morire combattendo contro l'esercito israeliano".

Insomma, messa su questi toni, il valore dello show è decisamente rilevante. Basti pensare che le ultime elezioni del 2005, vinte dalla fazione islamica di Hamas, fecero esplodere un lungo conflitto fra i seguaci di Abu Mazen e i laici di Fatah che ancora oggi non si è del tutto risolta. PS: “Al Rais” va in onda il giovedì sera con ascolti stellari…

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017