Excite

Il reality show tedesco incastra i pedofili

Il caso Sarah Scazzi ha evidenziato che spesso il pedofilo lo si può trovare nella famiglia, in questo caso lo zio. L'allarme pedofilia, però, si è fatto sempre più presente da quando i minori usano Internet per navigare, chattare e parlare con gli amici.

E' facile che in chat s'imbattano in persone adulte, che non hanno intenzioni amichevoli. Per questo in Germania è nato un reality show che vuole incastrare i pedofili che cercano in rete le proprie vittime. Il programma si chiama 'Tatort Internet – Schützt endlich unsere Kinder' (Internet, scena del crimine: proteggete finalmente i nostri figli) e va in onda sulla rete Rtl 2.

La trasmissione, che sarà in onda per dieci puntate, è un docu-reality, a metà strada tra fiction e reality show e si svolge in una casa omonima, allestita come un set cinematografico, con telecamere nascoste e microfoni capaci di captare ogni singola parola. Una giornalista si finge la vittima sui vari social network fino a quando non incappa in un pedofilo online e attende le sue mosse.

Quando l'uomo convince la ragazza a incontrarsi lei si fa raggiungere in quest'abitazione controllata dalla Polizia. Le immagini mandate in onda mostrano un uomo bussare al campanello e dopo pochi secondi appare una giornalista pronta a intervistare il presunto cacciatore di bambini. Il carnefice viene messo con le spalle al muro, perché inchiodato sul fatto.

Un esempio di televisione verità troppo forte, troppo dura, che viola la privacy e che allarma sociologi e massmediologici. Il pedofilo viene messo alla gogna pubblica anche senza aver commesso il fatto, viene condannato prima del reato. Ci si domanda, quindi, è giusto questo sistema per combattere la pedofilia?

Foto Youtube

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016