Excite

Il virus che cancella la mente: ecco Hydra, quando Youtube sfida le generaliste

  • Youtube

di Simone Rausi

La fiction italiana non regge il confronto con la serialità americana. E non scopriamo di certo l’acqua calda né tantomeno diamo voce a un pensiero originale. Come si fanno a mettere sullo stesso piano Pupetta Maresca e Grey’s Anatomy, Don Matteo o Lost? Non si parla solo di cast (negli Usa c’è Hollywood che si presta volentieri alla tv) o di qualità del girato (parliamo di budget) ma soprattutto di tematiche. Salvo alcune eccezioni, togliendo criminali, poliziotti, mafiosi, preti e famiglie nevrotiche non resta più nulla. Ed è per questo che i giovani vanno sul web.

Youtube non ci pensa due volte a dar battaglia alle generaliste e produzioni sempre più importanti stanno rivolgendosi allo streaming online. Thriller, fantascienza, fantasy roba che il pubblico di Raiuno magari gradirebbe di meno ma che invece tira un sacco nella fascia commercialmente quella più interessante. Qualità e business. Un esempio? Hydra.

Premiata come best director e best editing al LA web fest 2013 nella categoria sci-fi, Hydra è un incrocio tra Lost, The Walking Dead e Revolution. E il tutto con una spruzzatina di Matrix, un pizzico di Io sono Leggenda e una spolverata di Inception. Insomma, gli ingredienti ci sono, la storia pure. Tutto inizia con Sarah, priva di sensi in un capannone abbandonato. Il virus Hydra ha colpito lei e buona parte della popolazione. Colpa della massa di informazioni continue a cui siamo sottoposti e così si azzera tutto e si cancellano memoria a breve e a lungo termine.

7 episodi da 15 minuti circa girati come si deve e un raggio di azione social che commercialmente parlando non risparmia nulla o nessuno. Date un’occhiata al trailer della prima puntata.

Il video

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017