Excite

La Pista, i concorrenti sono professionisti? In gara ex talent e ballerini di musical (Esclusiva Excite.it)

Un ballerino o una ballerina che ha partecipato a un talent show e a musical di primo piano può essere considerato non professionista? La risposta è scontata ma non per tutti o almeno non per la Rai e per Endemol. Flavio Insinna ha ripetuto nelle prime due puntate de La Pista, il programma in onda il venerdì sera su Rai1, che i ballerini in gara non sono professionisti. Lo aveva già detto in conferenza stampa poi lo ha ripetuto fino alla sfinimento (forse per convincersene?) in puntata. Facendo qualche ricerca ci siamo accorti che le cose non stanno come le racconta il conduttore romano.

La Pista, le performance e i momenti migliori

Ci siamo soffermati solo su alcuni nomi perché sufficientemente rappresentativi. Molti componenti dei Cosmo P, guarda caso vincitori delle due puntate, sembrano avere alle spalle esperienze non certo irrilevanti anzi proprio professionali e non solo a livello nazionale. Partiamo da Francesco Crimi che, come si vede nella foto di apertura, ha partecipato ad Academy, talent show dedicato alla danza in onda nel 2009 su Rai2. Nel 2010 è ad Amici come aspirante ballerino e fa parte del copro di ballo de “I promessi sposi” opera diretta da Michele Guardì. Altro concorrente in gara è Daniele Sibilli che ha partecipato ad Amici 11, come si vede dalla foto faceva parte della squadra verde capitanata da Garrison e vanta collaborazioni anche con compagnie internazionali.

Tra le varie esperienze di Alberto Faraci risultano il musical Lady Oscar e quello di Romeo e Giulietta diretto da Claudio Insegno. Roberto Antonelli dal 2003 ad oggi ha lavorato nei più importanti musical da La Divina Commedia Opera a Giulietta e Romeo-Il Musical fino ad arrivare all’impegno a Sanremo 2014. Marta Giuliano è stata vista in Tutti pazzi per amore, ha ballato a Italia’s got talent e ha lavorato nel musical “I Promessi Sposi”. Roberta Restuccia oltre ai suoi impegni con alcune importanti compagnie teatrali ha lavorato a Domenica In ballando nella sigla dell’edizione guidata da Lorella Cuccarini. Rachael Mossom, ballerina professionista inglese, ha lavorato tra gli altri con Henri Oguike, Gianni Santucci, Will Tuckett, Cameron Mcmillan, Alex Whitely.

Abbiamo riportato alcune esempi con nomi, cognomi e specifiche esperienze venute fuori dopo un lavoro di ricerca. Ovviamente non esiste da parte nostra la volontà di mettere in difficoltà i ragazzi in questione, “giustificati” dalla voglia di visibilità. Non si capisce invece come sia possibile che nessuno abbia fatto i dovuti controlli sulle esperienze pregresse dei concorrenti. I ragazzi hanno omesso queste collaborazioni nei loro curriculum oppure i responsabili del programma ne erano a conoscenza? Stesso errore fu commesso anche a Baila dove i concorrenti venivano presentati come non famosi ma risultavano invece iscritti alla World Dance Sport Federation con partecipazioni a gare nazionali ed internazionali.

Si tratta in ogni caso di una mancanza di rispetto per il pubblico a cui viene detto che non si tratta di ballerini professionisti. Il programma partito con 3.892.000 spettatori e il 16,49% di share è crollato alla seconda puntata a 3.190.000 spettatori con il 13,16% di share. Ascolti flop a parte è opportuno fare alcune riflessioni. Premesso che a nessuno può appartenere l’esclusiva su un genere, ha senso proporre un programma sul ballo quando fra pochi mesi partirà una nuova edizione di Ballando con le stelle e il rischio usura per il genere è in agguato? E’ giusto ricordare che è ancora in corso una causa tra Endemol e la Rai per il programma Baila, il clone di Ballando con le stelle in onda su Canale 5 e condotto da Barbara D’Urso. Lo show condotto da Insinna è prodotto proprio da Endemol, in pratica la Rai fa causa alla società in questione per il clone Baila ma poi acquista un programma sul ballo dalla stessa società. Strano, no?

Ps Ovviamente siamo pronti ad offrire spazio ad eventuali repliche con la speranza che i vertici aziendali possano fare chiarezza su quanto da noi segnalato.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017