Excite

La Posta del Cuore, un programma anacronistico in uno studio anni 90. Sprecati Frizzi e Dalla Chiesa

  • Rai

"Ma tu ce l’hai un’idea? Un’idea, dai… quelle che c’erano una volta, che uno si svegliava una mattina e si accendeva la lampadina. Non ce l’hai un’idea? Ma sì che ce l’hai, dammela, dai, la vendiamo alla Rai!". Basterebbero queste poche righe di Stefano Benni per sintetizzare alla perfezione la prima puntata de La Posta del Cuore, il nuovo (si fa per dire) programma di Rai1 condotto da Rita Dalla Chiesa e Fabrizio Frizzi.

L'idea non c'è o meglio è vista e rivista (citofonare Marta Flavi) e se ci fosse almeno una realizzazione diversa allora potrebbe anche avere un senso. Chi si è sintonizzato alle 16.50 su Rai1 si è catapultato nel pieno degli anni 90, in uno studio dove il clima è un po' quello degli alcolisti anonimi. Un peccato perchè almeno in estate si poteva testare qualcosa di nuovo anche fregandosene degli ascolti invece ci troviamo di fronte all'ennesima occasione mancata dove non c'è il "vintage" ma semplicemente l'essere anacronistici.

Dalla Chiesa assente al matrimonio di Frizzi: "E' una forma di rispetto per il loro amore"

Per fare un esempio a C'è Posta per te fioccano i tradimenti 2.0 tra Whatsapp e Facebook qui invece Frizzi racconta la storia di una donna che ha vissuto con un uomo per trentacinque anni senza amarlo salvo poi lasciarlo per uno che le ha fatto provare le farfalle nello stomaco. Lei va in tu non per risolvere un problema ma per chiedere un consiglio alla Dalla Chiesa? La blogger e la psicoterapueta si limitano al ruolo di figuranti. Il feeling tra i conduttori c'è, lei ci prova ed è sicuramente più a suo agio mentre Frizzi, pur essendo un ottimo professionista, non sembra particolarmente adatto per un programma sui sentimenti.

I conduttori sono di gran lunga meglio dello spazio che conducono, questo grande ritorno sembra un po' buttato via e poteva essere giocato in un format con maggiore sostanza. Nel 2015 non leggono le mail o usano i social per l'interazioni ma ci si affida alle lettere e ai videomessaggi con Torielli in quota giovani. Almeno non è cronaca nera? Vanno in onda anche d'estate e non chiudono per ferie? Allora una lettera la scriviamo noi: "Caro Giancarlo Leone, caro Gubitosi, cara Magnolia voi ce l'avete un'idea?".

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017