Excite

La Rai perde pubblicità

Il Direttore Generale della Rai, Mauro Masi, ultimamente non avrà sonni molto tranquilli. La televisione pubblica sta attraversando un periodaccio: bisogna arginare un rosso che quest'anno si avvicinerà ai 120 milioni di euro e per questo Masi sta affrontando il piano industriale in una serie di incontri con i sindacati.

In questa situazione poco rosea ci si mette pure il Tg1, diretto da Augusto Minzolini. Nonostante nell’ultimo periodo gli ascolti siano migliorati (Il TG1 è sempre il telegiornale più seguito nella fascia oraria delle 20.00), ci sono state un po’ di polemiche sugli editoriali del direttore e, proprio qualche giorno fa, pure la sanzione di Agcom.

Ma oltre ai problemi noti pare che anche la raccolta pubblicitaria, che per il Tg1 si concentra prima e dopo l’edizione del telegiornale, sia colata a picco: meno 19,5 % nel trimestre luglio-settembre, 23 mila secondi invece dei 28 mila dell'anno precedente, quasi 3 milioni di ricavi persi.

La Sipra, concessionaria degli spot per la tv pubblica, a gennaio pubblicherà i nuovi listini relativi agli spot delle fasce orarie del Tg e potrebbe decidere di abbassare i prezzi, recando così un ulteriore grave danno all’azienda di Stato. La Rai spera di risollevare gli ascolti per non perdere gli introiti pubblicitari, perché nonostante i tagli drastici previsti, meno soldi entrano, più la faccenda si complica.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016