Excite

Lamberto Sposini perde la causa contro la Rai: respinta la richiesta di risarcimento milionario

  • Twitter

di Raffaele Natali

Danno e beffa per Lamberto Sposini. Una beffa milionaria quella che è stata ufficializzata nelle scorse ore: il Tribunale di Roma ha infatti respinto la richiesta di risarcimento che era stata avanzata dalla famiglia del giornalista in riferimento ai soccorsi, ritenuti deficitari, dopo il malore avuto a pochi minuti dall'inizio della trasmissione La Vita in Diretta. Da quel giorno, in cui fu operato, Sposini iniziò un lungo percorso riabilitativo, tuttora in corso, che ha permesso al cronista di mostrarsi in un buona forma nelle foto apparse su Chi, dove si era visto sorridente insieme all'amica Mara Venier per i festeggiamenti dei suoi 63 anni.

Lamberto Sposini dopo l'ictus - LE FOTO

Ma dopo quel tragico 29 aprile 2011, la famiglia di Sposini aveva deciso di intentare causa contro la Rai e i medici interni dell'azienda per via dei gravi e permanenti danni riportati dal giornalista. Alla base di questa decisione, diverse motivazioni: l'ambulanza che ha soccorso Sposini fu chiamata parlando di un malore generico, per questa ragione arrivò dopo ben 40 minuti. Per lo stesso motivo il giornalista venne portato in un ospedale sprovvisto del reparto di neurochirurgia, mentre solo dopo due ore dall'ictus, fu trasferito al Policlinico Gemelli; l'operazione che gli ha salvato la vita è stata effettuata dopo altre quattro ore, con un ritardo accumulato per lo svolgimento di tutti gli esami. Da qui l'accusa: la Rai non avrebbe strutturato in maniera efficiente il servizio sanitario aziendale e i medici interni non sarebbero stati in grado di effettuare il primo soccorso in maniera corretta.

Mara Venier in lacrime durante la prima diretta senza Lamberto Sposini

Di queste ore la decisione: il Tribunale del Lavoro di Roma ha respinto l'istanza del giornalista, per un risarcimento che sarebbe stato milionario, assolvendo di fatto la Rai e il suo staff medico ritenuto non responsabile di errori o lentezza nell'assistenza arrivata subito dopo il malore. Con ogni probabilità la vicenda non si chiuderà qui: nelle intenzioni della famiglia del giornalista, c'è la forte convinzione di voler ricorrere in Appello una decisione ritenuta ingiusta.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017