Excite

Le avventure dei senza biglietti

C'è il disorientato "Mi sono perso", il poliglotta mancato "Non capisco la vostra lingua", il frettoloso "ho preso il primo autobus che passava, non c'è stato tempo di acquistare il biglietto". Sono le scuse più gettonate tra i senza biglietto, davanti alla fatidica richiesta del controllore.

Secondo l'Asstra, l'Associazione che raggruppa le aziende del traporto locale, i portoghesi d'Italia sono circa il 20% di chi si serve dei mezzi di trasporto. Soprattutto giovani, il 21%, mentre tra i più onesti troviamo casalinghe (8%) e pensionati (6%). Tra i trasgressori ci sono anche diversi disoccupati: almeno 4 su 10 sono senza lavoro o lo hanno perso per una percentuale pari al 37,8%, gli stranieri a sbafo sono il 26%.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016