Excite

'Le iene' aggredite da Marquez: telecamere distrutte ma in Spagna si dice il contrario

  • Facebook

Non deve aver gradito l’humor nero dei giornalisti de “le Iene” Marc Marquez che raggiunto presso la sua abitazione da Stefano Corti e Alessandro Onnis i quali intendevano consegnargli la “Coppa di Minchia” per l’episodio accorso con Valentino Rossi a Sepang , ne è scaturito un litigio piuttosto violento tra il pilota, la sua famiglia e le due iene.

Leggi i risvolti dell'incidente tra Valentino Rossi e Marc Marquez

I due giornalisti hanno infatti pubblicato su Facebook la notizia secondo cui il pilota dell’Honda li avrebbe aggrediti malamente distruggendo loro le telecamere con tanto di foto delle macchine in frantumi. “Siamo arrivati nei pressi dell'abitazione dei genitori di Marquez, dove abbiamo incontrato lui, suo padre, suo fratello e un loro amico – hanno scritto su Facebook le due Iene - Quando abbiamo provato a consegnare la nostra coppa siamo stati aggrediti e nella colluttazione hanno rotto la telecamera e sottratto le schede video. Probabilmente volevano una coppa più grossa".

I due giornalisti Corti e Onnis si sono poi recati in ospedale per farsi medicare le lesioni riportate dalle colluttazioni con il pilota, suo padre e il fratello che non hanno affatto gradito l’intrusione dei due che intendevano consegnare il premio beffa al campione spagnolo.

(Guarda il video dell'incidente tra Valentino Rossi e Marc Marquez a Sepang)

Ben diversa è la versione della stampa iberica secondo cui sarebbero invece stati i due giornalisti italiani ad aggredire Marc Marquez. Il quotidiano sportivo “Marca” racconta infatti che il pilota è stato "spintonato e insultato nella sua abitazione" perché aveva "rifiutato di farsi intervistare" per poi "invitare a uscire dalla sua proprietà privata i due giornalisti" che lo avrebbero "afferrato per un braccio oltre che tenerlo per il collo” riportando ferite lievi.

Proprio per questo lo sportivo avrebbe sporto denuncia alle forze dell’ordine, infatti dopo essere rientrato da una sessione di ‘dirt track’ con suo fratello e suo padre il pilota ha raccontato in questo modo la sua versione dei fatti. “Dopo aver ricevuto il rifiuto di Marquez a essere intervistato, sono entrati nel parcheggio e hanno rotto contro un muro e per terra due bottiglie di spumante per simulare un podio – racconta il periodico spagnolo - Il padre di Marc è uscito dall’auto, molto arrabbiato anche perché i giornalisti avevano un trofeo a forma di gigantesco apparato genitale, chiamato “Coppa di Minchia”, da consegnare al pilota spagnolo. A quel punto Marc ha chiesto ai giornalisti di uscire dalla sua proprietà ed è stato strattonato da un braccio, spintonato e preso per il collo”.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017