Excite

Le Iene e lo scherzo a Sorrentino, Pio e Amedeo svelano i retroscena: "Insulti e tono minaccioso"

  • Mediaset

di Simone Rausi

Sarà anche un premio Oscar ma a quanto pare, Paolo Sorrentino, non è che abbia proprio uno spiccato sense of humour. Il regista de “La Grande Bellezza” non ci è proprio stato allo scherzo che Pio e Amedeo de Le Iene gli hanno rifilato. Che la sua reazione fosse stata un tantinello eccessiva era parso fin dall’inizio ma oggi arrivano nuovi retroscena che fanno apparire la sfuriata e il dito medio in favor di camera come la punta dell’iceberg.

Le Iene, sesta puntata: lo scherzo a Sorrentino

Ospiti a “La Zanzara” di Radio 24 le due Iene hanno svelato come sono andate veramente le cose. Premessa doverosa per coloro che non hanno visto lo scherzo in onda: i due avevano contattato il regista fingendosi dei press agent di Leonardo Di Caprio. Sorrentino si era precipitato all’appuntamento per parlare di progetti futuri ma aveva trovato Pio e Amedeo. Manco a dirlo si era infuriato come una faina ma era riuscito nell’intento di nascondere diversi anatemi dietro un sorriso di circostanza. Ma ecco come sono andate davvero le cose.

Sarebbero volati diversi insulti. Sorrentino avrebbe appellato le due Iene con tutta una serie di sostantivi e aggettivi di pregiata provenienza. Citiamo testualmente: “Siete delle merde”, “Fascisti, fascisti” e un bel vaffanculo che ci sta sempre bene. Poi avrebbe chiesto a Pio e Amedeo l’età e quando questi hanno risposto “30” Sorrentino avrebbe così replicato: “Non siete molto intelligenti se volete fare questo mestiere, vi siete messi contro di me…

Secondo Pio e Amedeo quest ultima frase poi sarebbe stata pronunciata in tono minaccioso.Non abbiamo messo queste parti nel servizio perché era talmente triste quello che aveva detto che non faceva né ridere né piangere” hanno dichiarato i due a La Zanzara. “Quindi non portava a niente, era fuffa”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017