Excite

Le Invasioni Barbariche, gli ospiti con il "caschetto" e le anomale markette a Sky e Rai3. La7 che dice?

  • La7

Maria De Filippi su Canale 5 non può nemmeno pronunciare la parola Real Time, in Rai è scoppiato il caso Littizzetto dopo che la comica era andata ospite a C’è posta per te e la Clerici si era fatta giustamente sentire, Fabio Fazio si è trovato alle prese con la rabbia dei giornalisti di RaiSport per l’ospitata di Bergomi e Caressa a Che tempo che fa. La domanda sorge spontanea: perché Daria Bignardi fa continua promozione in maniera indisturbata a programmi in onda su reti concorrenti? Perché almeno un ospite a puntata appartiene alla sua stessa agenzia?

Le Invasioni Barbariche, il ministro Boschi messa sotto esame da Luca Ricolfi. Venier furiosa con Arisa: "Mi ha offesa"

Il programma partito lo scorso 17 gennaio ha ottenuto nella prime puntate buoni ascolti tanto che La7 ha deciso di proseguire per altre sei puntate (inizialmente previste a settembre ma poi anticipate). Le nuove puntate non potevano però andare in onda al venerdì sera visto il ritorno in onda di Maurizio Crozza e la signora Sofri ha quindi “scippato” a Gianluigi Paragone la serata del mercoledì. Risultato? Soffrono entrambi con La Gabbia che si aggira alla domenica intorno al 3% e Le Invasioni Barbariche che ora fatica a superare il 4% si share. Ma arriviamo al punto. Seguo il programma da anni, apprezzo la conduttrice e il suo stile ma quest’anno due cose mi hanno colpito: l’ondata di ospiti appartenenti alla scuderia di Beppe Caschetto e il continuo promuovere programmi in onda su Sky o su Rai3.

Bignardi ruba il mercoledì a Paragone su La7: scoppia la polemica. Formigli irritato

Prendiamo in analisi le dieci puntate (considerando anche gli ospiti di questa sera) andate in onda a partire dal 17 gennaio. Nel corso delle dieci settimane sono arrivati ben otto ospiti appartenenti alla scuderia di Beppe Caschetto la Itc 2000, si sale a nove se contiamo anche la conduttrice appartenente alla stessa agenzia e si sale a dieci se aggiungiamo Michele Serra, vicino al clan Caschetto. Gli otto nomi con il “caschetto”? Fabio Volo e Giovanni Floris per promuovere i loro libri in uscita, Alessia Marcuzzi per ricordare che su Canale 5 stava per partire il Grande Fratello, il duo comico Ale e Franz, Enrico Bertolino e Geppi Cucciari per promuovere Glob e Per un pungo di libri in onda non su La7 ma su Rai3 e chiude la lista l’ospitata di questa sera di Pif reduce dall’esperienza di Sanremo 2014 condotto da Fabio Fazio (anche lui artista della Itc2000) e pronto a lanciare le nuove puntate de Il Testimone in partenza su Mtv.

Siccome si tratta di colleghi di agenzia non andrebbero invitati? Assolutamente no, vanno invitati come tutti ma certo fa strano che in media a puntata almeno un ospite sia rappresentato dallo stesso manager della conduttrice. Per qualcuno si tratta di anomalie televisive per altri si tratta di semplici logiche televisive. Sicuramente suscita curiosità la continua promozione che la Bignardi fa ad alcuni programmi in onda su reti concorrenti.

“Non guardo la tv (...) L’unico programma che guardo è X Factor, un appuntamento fisso, quasi un rito, con mia figlia(…)” aveva dichiarato la Bignardi al Corriere della Sera. Forse perché fan voleva far conoscere meglio al pubblico di La7 il talent in onda su Sky invitando prima Mika, poi il vincitore Michele Bravi e infine stasera il giudice Morgan. E sempre da Sky sono arrivati in puntate diverse i giudici di Masterchef Carlo Cracco e Bruno BarbierI e per lanciare nel modo giusto Junior Masterchef Daria ha invitato Lidia Bastianich. La scrittrice e giudice di Masterpiece Taye Salesi ha parlato del programma in onda su Rai3, Noemi in promozione dopo Sanremo ha fatto un po’ di pubblicità per lanciare The Voice of Italy in onda su Rai2, il boss di The Apprentice Flavio Briatore ha fatto una capatina prima della messa in onda della finale. Finito? Non ancora. Corrado Augias è tornato in studio la seconda volta e ha detto che sarebbe tornato di nuovo in video, su La7? No, anche lui su Rai3 dove è in onda un programma come Hotel 6 stelle e la Bignardi (in questo caso giustamente) ha deciso di parlarne.

Certo non è l’unica ad ospitare volti di altre reti, si è discusso delle ospitate di Bonolis, Cracco e Bastianich a Che tempo che fa, si è discusso di Bruno Vespa da Barbara D’Urso, di Michele Bravi e ancora Cracco e Ventura a Domenica In. Il punto in questo caso è che nessuno ne parla e nessuno discute, stupisce insomma la disparità di trattamento. Se vanno da Fazio o dalla De Filippi scatta la polemica, se li ospita la Bignardi nessuno dice niente. Strano. In ogni caso ci permettiamo di dare un consiglio alla brava Daria Bignardi. Cara Daria, ci sono due suoi colleghi di agenzia in difficoltà, si chiamano Nicola Porro e Luca Telese, i loro programmi vanno maluccio ma non sono in onda su Sky e nemmeno su Rai3. Si può fare un’eccezione e aiutarli con un po’ di promozione?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017