Excite

Le Invasioni Barbariche, vietato parlar male di Renzi: Staino si alza e se ne va. La Bignardi: "Caduto il collegamento"

  • LA 7

Se siete tra i telespettatori assidui de Le Invasioni Barbariche, non avrete potuto fare a meno di notare una certa insofferenza della conduttrice, Daria Bignardi, nei confronti di chi non vede di buon occhio Matteo Renzi. E’ accaduto, ad esempio, quando Alessandro Di Battista del Movimento 5 Stelle ha definito il probabile futuro Premier un “condannato in primo grado” ed è accaduto anche nella puntata di questa stasera.

Alessandro Di Battista a Le Invasioni Barbariche: "Renzi falso, Boldrini bugiarda. Mio padre fascista? Io da sempre di sinistra"

Se nel primo caso la Bignardi rispondeva stizzita al parlamentare definendo il suo linguaggio “semplicistico”, nella puntata andata in onda questa sera, 14 febbraio 2014, a pagarne le spese è stato Sergio Staino che in oltre 35 minuti di dibattito avrà preso la parola per 1 minuto scarso.

Le Invasioni Barbariche, Barbara d'Urso contro tutti: "Il Moige? Ha esagerato. Tv Talk hot come Domenica Live ma nessuno ha parlato. Lorella Landi chi?"

Lo storico vignettista de L’Unità, molto critico nei confronti di Matteo Renzi, era ospite del salotto buono di La7 in collegamento da Firenze e avrebbe dovuto partecipare al talk assieme a Enrico Mentana e Debora Serrachiani sulla ormai famosa “staffetta” politica di questi ultimi giorni. Peccato però che Staino sia solo riuscito a dire “Renzi è ormai a tutti gli effetti un membro della casta”, oltre ad affermare che pure la sua colf “Renziana sfegatata” era rimasta delusa dalle recenti scelte e della poca coerenza del segretario del PD.

Per il resto il dibattito è proseguito tra Mentana e Serrachiani, condito da rvm autoreferenziali che ripercorrevano la storia di Renzi da sempre ospite a Le Invasioni Barbariche. E Staino lì sullo sfondo senza poter proferire parola.

All’ennesimo “Voglio sentire su questo, l’opinione di Mentana e della Serrachiani” della conduttrice, il vignettista si è tolto l’auricolare, si è alzato e se ne è andato. La Bignardi a questo punto ha guardato imbarazzata gli autori dietro le telecamere per capire quello che stava succedendo (così come lo stesso pubblico in studio dietro a Mentana), poi ha chiosato: “Il collegamento con Staino purtroppo è caduto”. Ma all’occhio vigile dei telespettatori non è affatto sfuggito questo dettaglio e su Twitter hanno riversato tutta la loro indignazione.

Noi vogliamo augurarci che questo sia stato un errore in buona fede e che la settima rete generalista, alla quale ci eravamo abituati, non sia diventata come una rete Rai qualunque in mano alla politica dove un pensiero che non sia filo-governativo, difficilmente arriva ai telespettatori.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019