Excite

'Libero nel nome', Rai Due ricorda l'imprenditore Grassi

  • Rai.it

Era il 29 agosto del 1991 quando l'imprenditore siciliano Libero Grassi fu ucciso. Il movente era chiaro, l'uomo aveva osato sfidare la mafia, il pizzo, il racket che continuava a chiedergli denaro per poter proseguire serenamente nel suo lavoro. A vent'anni dalla sua morte Rai Due lo ricorda con un documentario.

Leggi la news sull'anniversario della morte di Libero Grassi

Questa sera alle 23:40 andrà in onda 'Libero nel nome' girato da Pietro Durante, un film che ripercorre il coraggio e le gesta di un uomo che non si è piegato alla criminalità. Tutto è iniziato quando Libero Grassi si è presentato alla trasmissione di Michele Santoro 'Samarcanda' per denunciare le sue difficoltà: 'Non mi piace pagare perché è una rinuncia alla mia dignità di imprenditore'.

Il video su Libero Grassi

Era l'aprile del 1991 quando pronunciò la frase che la condannò a morte, ma non gli bastò. Infatti, pochi mesi dopo scrisse una lettera al Giornale di Sicilia, affrontando ancora una volta, senza paura, la mafia: 'Volevo avvertire il nostro ignoto estorsore di risparmiare le telefonate dal tono minaccioso e le spese per l’acquisto di micce, bombe e proiettili, in quanto non siamo disponibili a dare contributi e ci siamo messi sotto la protezione della polizia'.

Il clan Madonia non poteva reggere a un tale affronto e nessuna scorta riuscì a salvare l'imprenditore, ancora oggi un simbolo della lotta alla mafia. La sua uccisione sconvolse le coscienze e anche la televisione lo volle ricordare con un evento senza precedenti. Infatti, Santoro e Maurizio Costanzo crearono uno show a reti unificate tra Rai e Mediaset dedicato alla sua figura. Tutto questo è raccolto nel documentario di questa sera.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016