Excite

Licia Colò, Kilimangiaro addio. Il direttore Vianello "licenzia" la conduttrice. Al suo posto Camila Raznovich?

  • Rai

di Simone Rausi

C’è una bella bionda, un volto storico della nostra televisione, e un Vianello col quale proprio non va d’accordo. Se state pensando ai mitici Sandra e Raimondo siete fuori strada. I protagonisti di questa storia sono Licia e Andrea, o meglio, la Colò e il direttorissimo di Raitre. Pare infatti che dalla prossima stagione, la conduttrice non sarà più alla guida de “Alle falde del Kilimangiaro”, storico programma che portava sulle spalle fin dal 1999.

Secondo quanto dichiarato dalla Colò a Il Fatto Quotidiano, il direttore Vianello avrebbe in mente di dare una rinfrescata al pomeriggio della terza rete Rai. “Una decisione che è stata già presa e mi è stata comunicata. A quanto pare io non faccio parte di questo rinnovo” ha detto Licia. A sostituirla sarebbero il confermato Dario Vergassola e la rediviva Camila Raznovich che, a sua volta – in questo meraviglioso gioco in cui nessuno sa niente – sarebbe all’oscuro di tutto. “Non so nulla, nessuno mi ha contattata. Alle Falde del kilimangiaro è un programma bellissimo e adesso sto vagliando altre possibilità per tornare al lavoro dopo la maternità” ha dichiarato l’ex volto (ma soprattutto fronte) di Mtv.

Licia Colò molestata da uno stalker tunisino

D’altronde la situazione tra Licia Colò e Andrea Vianello, per stessa ammissione della conduttrice, pareva già tesa da un pezzo. Secondo quanto dichiarato dalla padrona di casa di “Alle falde del Kilimangiaro” ci sarebbero state “alcune divergenze” dettate per lo più da differenti modi di vedere il programma. Licia si è detta “non in linea con la struttura della trasmissione di quest’anno” che, secondo la conduttrice si sarebbe “molto allontanata dai contenuti del “Kilimangiaro storico”. La Colò prosegue: “Io ho sempre voluto raccontare il mondo con le sue bellezze e le sue differenze. I miei ospiti non erano vip nel vero senso della parola, ma erano vip perché avevano qualcosa da raccontare. Quest’anno ci siamo abbastanza allontanati, non completamente, perché ho lottato duramente per portare qualcosa di mio, ma sono sempre stata messa in minoranza e quella che era una mia creatura è cresciuta e si è trasformata in Dottor Jekyll e Mister Hide. Una creatura che non mi piace più, quindi a questo punto è una fortuna non esserci”.

Le divergenze sarebbero state talmente evidenti da spingere la bionda signora di Raitre a scrivere una lettera ai dirigenti Rai (rimasta senza risposta) per la difesa dei contenuti del programma. Ora la Colò si appresta a vivere nuove avventure: “Non vivo solo di piccolo schermo, se la tv dovesse ancora far parte del mio futuro (ha già scritto due nuovi programmi, ndr.) la farò volentieri altrimenti mi dedicherò ad altro”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2021