Excite

ll Testimone su Mtv, Pif torna dal 4 marzo. Da Fabri Fibra a Padre Pio, dai grandi Chef al mondo transessuale

  • Mtv

Ieri sera è stato il turno di Mario-Una serie di Maccio Capatonda, a fine mese sarà la volta di Caterina Guzzanti e prossimamente arriverà anche la brava Virginia Raffaele. Sto parlando di Mtv sempre più viva e alle prese con nuovi progetti. Lunedì sarà la volta di un ritorno molto gradito per i pubblico della rete semigeneraista, vale a dire Il Testimone con Pif, sedici puntate in onda alle 22.50 per otto settimane. L’ex iena riesce con il suo stile irriverente, simpatico e disincantato ad affrontare tematiche più disparate, alcune più divertenti altre più delicate. Di cosa si occuperà in questa nuova stagione? Ci sarà una puntata dedicata a Padre Pio, Pif ha seguito un gruppo di fedeli, spazio ad una puntata sull’arte contemporanea.

Su Mtv arriva Mario-Una serie di Maccio Capatonda.Leggi la news

Un incontro con Fabri Fibra, il pizzo, il mondo dei transessuali e non mancherà una puntata sui grandi chef. E poi ancora una puntata dedicata alla soap opera di Rai3 Un posto al sole dove Pif ha fatto un piccolo cameo andato in onda nei giorni scorsi. Il fidanzato di Giulia Innocenzi (lo rivela la solita Selvaggia Lucarelli) si occuperà del percorso dell’Islanda passata dal default finanziario alla rinascita ma vedremo l’ex vj impegnato in una puntata basata sui corsi motivazionali. Lui non si definisce un conduttore “vorrei essere chiamato vj ma i vj non esistono più e allora se proprio mi si deve etichettare, diciamo che sulla carta d’identità ho fatto scrivere autore”.

Quest’anno però dovrà vedersela con i dati Auditel, per questo il programma è stato collocato alle 22.50 proprio perché la rete riceve i picchi di ascolto a partire dalle 22.30. Ma perché deve esserci l’Auditel? Io stavo così bene senza! Quando mi chiedevano “Com’è andata?” io potevo rispondere: “Mah, in metro mi hanno riconosciuto in tre e mi han fermato per fare due chiacchiere, quindi credo bene. In questo modo potevo anche farmi un’idea sul target del mio programma: una volta mi ha fermato una vecchina in farmacia per farmi i complimenti: mi aveva visto a Emmetivvù e gli ero piaciuto molto.”

Pif racconta come nasce una puntata, si parte dalle curiosità della redazione sempre più ampia e racconta che è fondamentale l’empatia con l’intervistato per la riuscita della puntata. “Non farò mai il nome ma in questa stagione è successo con un personaggio e infatti quella tappa del programma non andrà in onda. Io cerco di porre le domande che penso che tutti vorrebbero fare anche se può essere imbarazzante trovarsi davanti al Direttore della Biennale D’Arte Massimiliano Gioni e dirgli: “Vabbè, ma quest’opera qui la potrei fare anche io!”. Se capitano gaffe o errori da un certo punto di vista è anche meglio: quando, nella scorsa stagione, mi si è rotta la cassetta durante l’intervista a Matteo Renzi, gliel’ho detto e lui ha continuato a prendermi in giro bonariamente per tutta la chiacchierata. Chiunque altro avrebbe interrotto la registrazione per portare a casa un prodotto “fatto bene”, ma così siamo entrati in empatia ed è stato anche meglio. Credo che questa sia la tv più vera.”

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020