Excite

L'oro di Scampia, anticipazioni: Beppe Fiorello racconta su Rai1 la storia di Gianni e Pino Maddaloni

  • Rai

Dopo un forte battage pubblicitario andrà in onda questa sera su Rai1 “L’oro di Scampia” che vede tra i protagonisti Beppe Fiorello, Gianluca Di Gennaro e Anna Foglietta. Il film tv racconta la vera storia di un padre e di un figlio partiti da Scampia e capaci di portare l’Italia sul podio più alto alle Olimpiadi di Sydney nel 2000. La fiction è liberamente tratta da “La mia vita sportiva” di Gianni Maddaloni e di suo figlio Pino che nella fiction vengono però rappresentati con i nomi di fantasia Enzo e Toni Capuano.

Fiorello che firma anche la sceneggiatura in conferenza stampa ha dichiarato: "Il titolo poteva benissimo essere senza l'apostrofo perché si parla di 'loro', le persone che a Scampia vivono e non vogliono arrendersi. Le fiction su personaggi storici sono fondamentali ma servono più storie di eroi contemporanei con cui è possibile parlare e confrontarsi. L'esperienza di Scampia è stata entusiasmante. La gente ci ha accolto bene anche se ovviamente non è facile girare all'interno di una Vela. (..) Scampia è nota per il degrado, la malavita, la droga. Ma invece c'è molto altro e poterlo raccontare attraverso la storia di Maddaloni e di suo figlio Pino è una grande soddisfazione".

Ecco le anticipazioni del film tv che vedremo in onda questa sera, 10 febbraio 2014, su Rai1. A Scampia la camorra la fa da padrone e regna la disoccupazione, in questa città si trova la palestra che Enzo Capuano gestisce con il suo maestro Lupo. Enzo è anche infermiere e nello stesso tempo insegna judo ai ragazzi, cosa non gradita dalla criminalità locale perché questo sottrae manovalanza.

Nasce in palestra un gruppo di judoku per lo più strappati alla strada ma la famiglia Capuano è costretta a vivere facendo molta attenzione perché c’è chi rifiuta il modello positivo che Toni rappresenta. Enzo è solido e convinto del percorso intrapreso, Toni è stanco dell’indifferenza delle istituzioni e degli ostacoli della camorra. In palestra però si è formato un bel gruppo composto dall’ex delinquente Sasà, dall’ex baby prostituta Leda e da un ragazzo ipovedente. Enzo porta i ragazzi alle gare nazionali dove Toni conquista il titolo di campione italiano. Al trionfo arriva la reazione della camorra e ora non si tratta solo di minacce ma si arriva ad un’azione brutale in cui viene ucciso Sasà.

Lo shock porta Toni ad accusare il padre e decide di andare via da Scampia e di allenarsi al Coni in vista dei campionati europei che lo vedranno di nuovo vincitore. Dopo questa vittoria al suo ritorno a Scampia scopre che la palestra di suo padre è stata incendiata dalla camorra e a perdere la vita è stato questa volta Lupo. Toni decide di restare e di farsi allenare da suo padre in vista delle Olimpiadi, senza palestra fa i suoi allenamenti all’aperto. Un modo per avvicinarsi e per capirsi meglio che li porterà alla vittoria dell’oro. L’oro di Scampia.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017