Excite

Lubamba davanti al giudice: non paga mai il conto dell'albergo

La conturbante soubrette Sylvie Lubamba si è presentata ieri mattina davanti al giudice per le indagini preliminari di Rimini, per rispondere di utilizzo indebito di carta di credito.

Il fatto risale al Capodanno 2004, quando la bella valletta aveva trascorso 3 giorni in un lussuoso hotel della riviera romagnola, insieme alla madre e alla sorella. Al momento di pagare il conto (oltre 8 mila euro) l'hotel aveva ricevuto un fax con gli estremi di una carta di credito, firmato da un "dottore" che autorizzava ad accreditare il conto sulle sue due carte.

Il dottore però non era mai esistito e le carte di credito erano di due persone totalmente estranee ai fatti. A rimetterci in quel caso era stato l'albergo che, dopo aver rimborsato i due malcapitati, ha sporto denuncia contro la starlett.

La carriera di Lubamba come truffatrice è quasi paragonabile a quella di soubrette, dato che di procedimenti analoghi ne ha veramente una gran quantità.
Il suo curriculum vanta già una condanna da parte del Tribunale di Grosseto a cinque mesi e venti giorni di carcere (convertiti in una multa di 6.600 euro), per avere utilizzato indebitamente quattro carte di credito. La vittima era stata questa volta un imprenditore che aveva conosciuto Lubamba tramite un amico e l'aveva ospitata a casa sua; a Milano era toccato invece ad un noto industriale. Tra le altre mete gradite alla valletta: Costa Smeralda, Olbia, Cortina, Bergamo.

La tecnica utilizzata era sempre la stessa: hotel di lusso e carte di credito intestate ad amici ...di amici.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017