Excite

Luciana Littizzetto, il Grillo parlante di "Pinocchio" parla di tv e politica

Pinocchio? I politici. Il gatto e la volpe? I giornalisti. Mastro Ciliegia? Romano Prodi. Lucignolo? Le banche, le finanziarie, la pubblicità. Mangiafuoco? Il presidente iraniano Ahmadinejad. La fata turchina? Patrizia D'Addario. Così l'attrice, scrittrice e comica Luciana Littizzetto ha affidato ad ogni personaggio della mitica fiaba l'identità di chi in questo momento sta scrivendo la storia del nostro Paese e lo ha fatto nel corso di un'intervista al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni in occasione del debutto della fiction "Pinocchio" che andrà in onda su Raiuno il 1 e 2 novembre. Nella fiction la Littizzetto interpreterà il celebre personaggio del Grillo parlante.

"Oggi, in Italia, Pinocchio è rappresentato dai politici, senza distinzione di colore - ha affermato l'attrice - Il gatto e la volpe sono i giornalisti, che si perdono in lotte intestine e hanno in mano i pinocchietti di cui sopra. Mastro Ciliegia è Romano Prodi, identico. Mentre Lucignolo sono le banche, le finanziarie, la pubblicità. Mangiafuoco invece è il presidente iraniano Ahmadinejad. Anche se alla fine Mangiafuoco non era così cattivo. Questo invece mi sa che un missile a lungo raggio prima o poi lo tira. La Fata Turchina, Patrizia D'Addario. Una fata turchina che parla in barese non mi dispiacerebbe. E comunque con questa storia i giornali hanno esagerato: in fondo le cortigiane sono sempre esistite".

L'ironia della Littizzetto e la sua capacità di mescolare fiaba e realtà si spinge fino alla proposta di un "lodo Pinocchio", ossia "se racconti una balla, ti si allunga il naso e ti si accorcia il pisello. Vedi che smettono subito. Più che altro per via del pisello".

Nel corso dell'intervista l'attrice ha parlato anche del suo impegno lavorativo nella trasmissione "Che tempo che fa" condotta da Fabio Fazio. "Ammetto, in tv sono spesso volgare. Ma la volgarità in assoluto per me è l'offesa gratuita - ha detto la Littizzetto - E poi parlo come la gente nei bar. Fabio Fazio è un pezzo di pane, mai prevaricatore. Lui non sa quello che dirò, quindi i suoi stupori non sono solo teatrali. Dite che le sue domande agli ospiti non sono mai particolarmente incisive? Lo capisco: i suoi ospiti non prendono una lira. Chi glielo fa fare di venire a farsi massacrare gratis in tv?".

A proposito della trasmissione condotta da Fazio l'attrice ha raccontato anche dell'incontro con la premiére dame Carla Bruni. "Arriva come ospite e mi dicono: 'Va nel suo camerino, che ti vuole salutare' - ha detto la Littizzetto - Vado e i body guard non mi fanno entrare mentre sento lei al telefono. Torno nel mio camerino e mi richiamano: 'Vai, vai, Carla ti vuole salutare'. Torno, entro, mi siedo e lei serafica mi fa: 'Ciao cara, ma chi sei?' Cavolo, ma se mi hai chiamato tu...".

Un'intervista davvero ricca quella dell'attrice che affronta anche il tema della politica e a proposito dei tre candidati alla segreteria del Pd, la Littizzetto ha affermato: "Marino mi ha fatto una buona impressione, ma alla fine scelgo Bersani".

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019