Excite

Lucio Presta, indagato a Roma per corruzione il manager di Bonolis e Benigni

  • Youtube

L’agente dei vip Lucio Presta, noto ai più come manager di personaggi dello spettacolo del calibro di Antonella Clerici, Roberto Benigni e Paolo Bonolis, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Roma, nell’ambito di un’inchiesta sui presunti illeciti commessi da alcuni dirigenti Rai nell’assegnazione di contratti e spazi nella tv pubblica.

Sanremo 2014, ipotesi Presta come direttore artistico

Corruzione è il reato ipotizzato dal pubblico ministero Alberto Galanti, da tempo al lavoro su un filone d’inchiesta particolarmente delicato, partito poco più di un anno fa dalla denuncia di un produttore di importanti trasmissioni televisive, Piero Di Lorenzo: quest’ultimo ha raccontato ai magistrati delle pressanti richieste ricevute da capistruttura e responsabili dei palinsesti di Viale Mazzini come corrispettivo della conferma dei progetti concordati.

La posizione di Presta, che ha raccontato a Panorama di aver appreso dell’indagine nei suoi confronti soltanto tre giorni fa, resta da verificare, così come quella di altri indagati tra i quali spiccano Gian Piero Raveggi, Chiara Calvagni e Chicco Agnese, tutti nomi di peso nell’ambiente dell’azienda radiotelevisiva di Stato.

Dormo tranquillo, ha dichiarato il manager ai giornalisti di panorama.it, convinto del fatto che non ci sia nulla da contestare a suo carico in merito alle condotte in questione, neanche se la Procura della Repubblica di Roma continuasse a indagare da qui “ai prossimi 15 anni”.

I fatti contestati risalgono al 2006, quando la Ldm guidata da Di Lorenzo ebbe i primi dissidi con le controparti, a causa delle divergenze su “favori e mazzette” pretesi a suo avviso da diverse persone (all’epoca molto influenti nelle stanze della Rai), che lo avrebbero in seguito boicottato, con pesanti conseguenze sul fatturato della sua società.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017